Crostata di Ciliegie Metodo Ferber, ”attaccar bottone” a tavola è piacevole davanti a una crostata se la marmellata di ciliegie è fatta col metodo giusto! Lo so che non è tempo di ciliegie ma ve ne parlo lo stesso perchè questa crostata merita davvero!

20140804_184349

Crostata di Ciliegie Metodo Ferber

Sembra un articolo fuori luogo…a Dicembre parlare di ciliegie…ma questo delizioso frutto che dura così poco si consuma per tutto l’anno sotto forma di marmellata, quindi lo considero un frutto di tutte le stagioni. Lo sapevate che la ciliegia è il mio frutto preferito?Segnatevi la ricetta perchè questo è il metodo vincente: il metodo di Christine Ferber naturalmente! Ho imparato questo metodo su Coquinaria, dalla Ross!

Vi ho già parlato di questo metodo con la confettura d’arancia e oggi sono qui con una favolosa crostata di ciliegie decorata con questi simpatici bottoncini di pasta frolla.

E’ un metodo davvero rivoluzionario in quanto le marmellate mantengono tutto il sapore della frutta fresca, richiede solo un po’ di tempo perchè va preparato in più fasi, ma sono solo pochi minuti ogni volta, poi c’è il riposo in frigo per la notte, non si perde molto tempo ma vi assicuro che ne vale la pena e si può usare questo metodo con qualunque tipo di frutta, poi sta alla vostra fantasia e al vostro gusto aromatizzarle come più vi piace.

Ingredienti:

Pasta frolla

250 gr. di farina00

buccia di limone grattugiata

1 uovo

40 ml. di liquore(io metto il mio amaretto)

100 gr. di burro

80 gr. di zucchero

un pizzico di sale

mezzo cucchiaino di lievito pan degli angeli

Ho montato il burro morbido con lo zucchero, ho unito l’ uovo, il sale, il liquore, infine ho unito la farina setacciata col lievito e la buccia di limone. Non lavorare troppo l’impasto per non sviluppare glutine altrimenti perde la sua caratteristica consistenza frollosa, Fare un panetto schiacciato e avvolgere in pellicola alimentare e mettere in frigo per mezz’ora.

Stendere la frolla sottile con una spolverata di farina sulla spianatoia, disporla in teglia, spennellarla con un albume e infornarla qualche minuto vuota, così l’albume creerà una patina impermeabile e poi si versa la marmellata e il fondo non si ammollerà se non dovesse essere molto densa. Disporre sopra i bottoncini di pasta frolla.

Infornare per circa mezz’ora a 170° regolandosi col proprio forno…

Marmellata:

1 kg. di ciliegie già snocciolate

almeno 600 gr. di zucchero, fino a 800 gr.

un baccello di vaniglia

Procedimento:

Snocciolare le ciliegie e pesarle raccogliendo pure il sughetto che si forma e per ogni kg. unire almeno 600 gr. di zucchero, non di meno altrimenti la marmellata non si conserverà a lungo. Portare lentamente ad ebollizione unendo anche il baccello di vaniglia aperto per il lungo, dopo 2 minuti esatti spegnere e far raffreddare per tutta la notte. Ripetere il procedimento il giorno dopo tirando su con un mestolo forato le ciliegie e facendo addensare solo lo sciroppo così le ciliegie rimangono di un bel colore rosso e non si scuriscono. Rimettere dentro le ciliegie e spegnere, far raffreddare e  il giorno dopo ripetere ancora riportando  ad ebollizione, togliendo le ciliegie e addensando.  Poi spegnere e se è densa al punto giusto non ripetere più il procedimento, molto dipende da quanto sono acquose le ciliegie.
Questo procedimento permette l’addensarsi dello sciroppo senza alterare il sapore e il colore della frutta nonchè la consistenza che sarà deliziosa.

Come ultima cosa c’è da dire che le marmellate andrebbero cotte nella bassine, cioè una pentola di rame di forma svasata che contribuisce ad addensare più velocemente lo sciroppo ma naturalmente non è indispensabile… è indispensabile invece assaggiare questa meraviglia…

20140804_184349 - Copia (2)

2 Commenti su Crostata di Ciliegie Metodo Ferber

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.