Burro Profumato al Basilico a Lunga Conservazione

Ecco il modo per avere sempre Burro Profumato al Basilico, a Lunga Conservazione per tutto l’inverno. Spiegazione semplicissima e alla portata di tutti, una scorta di tante piante aromatiche pronte all’uso pur non avendole sul balcone.

"<yoastmark

Gli ingredienti per preparare il

Burro Profumato al Basilico a Lunga Conservazione

  • Un lt di acqua
  • 100g di sale (avete letto bene)
  • 80g – 100g di basilico freschissimo
  • 250g di burro morbido

"<yoastmark

 

Ecco il procedimento semplicissimo per preparare il

Burro Profumato al Basilico a Lunga Conservazione

  1. Lavate il basilico eliminando le foglie secche o danneggiate. (Io ho abbondato col basilico altrimenti si sente troppo il burro e poco il basilico)
  2. Versatelo in acqua abbondantemente salata in ebollizione per 30 secondi.
  3. Tiratelo su con la schiumarola e raffreddatelo immediatamente in abbondante acqua e ghiaccio.
  4. Scolatelo e strizzatelo bene con le mani e mettetelo nel mixer a immersione o nel frullatore insieme al burro a pomata.
  5. Emulsionate fino a ottenere una crema verde, non è necessario che il basilico venga completamente frullato, i minuscoli pezzettini saranno belli da vedere.
  6. Versate questa crema su una teglia rivestita di carta da forno che possa entrare in frigo.
  7. Spalmate ad uno spessore di circa un centimetro e coprite con un altro foglio di carta da forno passando sopra la spatola o il mattarello per livellare bene.
  8. Lasciate in frigo per almeno un’ora a rassodare.
  9. Togliete la carta da forno in superficie e con spatola e coltello tagliate a cubetti.
  10. Spezzettate e conservate in congelatore in una ciotolina. Al momento del bisogno avrete basilico aromatizzato come appena raccolto, pronto per condire sughi, carni, pesci, profumare l’impasto del pane, bruschette, insalate e perchè no…la panna montata per un dolcino particolare.

Che ne pensate? Questo burro fa parte degli l’ingredienti della ricetta delle penne alla parmigiana di cui vi parlerò a breve.

Mi sono ispirata alla ricetta degli spaghetti alla parmigiana dello chef Michelangelo Mammoliti che lui ha presentato su Giallo Zafferano.

Lo stesso procedimento si può applicare alle altre piante aromatiche, prezzemolo, sedano, salvia, rosmarino, rucola, perchè trovo che proprio quando ci servono non le abbiamo in casa, capita anche a voi?

Io ho risolto grazie a Michelangelo, a presto la mia versione ‘semplificata’ dei suoi spaghetti alla parmigiana, squisitissimiiiiiii… si può dire?

Variante: Non volete usare il burro? Seguite questo metodo con l’olio! I miei oli profumati!

"<yoastmark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.