I Bignè a me piacciono così,si sa che i bignè si tuffano nella panna o nel cioccolato coprendoli completamente ma a me piacciono così,nudi,senza pasticciarli,e a voi?Di solito ci asteniamo dal cimentarci in questa preparazione pensando che sia difficile farli rimanere in forma e li compriamo già pronti da farcire ma perchè non provare?

Io ho provato e posso dire che sono riusciti davvero bene!

Eccoli!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I Bignè a me piacciono così

Le ricette di bignè sono tantissime,con più o meno burro,acqua oppure latte eccetera mentre il procedimento è lo stesso,vogliamo vedere come ho fatto io?

Ecco la ricetta!

Ingredienti:

250 ml. di acqua con un bicchierino di Strega compreso

150 gr. di farina00

100 gr, di burro

4 uova grandi(da 60 gr. l’uno)

3 gr. di sale (circa 1-2% della farina)

5 gr. di zucchero (il 5 % della farina)

Ripieno:

100 gr, di ricotta e 100 gr. di zucchero con vaniglia

crema pasticcera

nutella fatta da me quihttps://blog.cookaround.com/bricioledidolcezza/?s=nutella

Procedimento:

mettiamo l’acqua con un bicchierino di liquore Strega a bollire col burro,il sale e lo zucchero,a questo punto aggiungo una nota riguardo al liquore che è stata una mia iniziativa perchè il sapore del bignè che sa di uovo non mi piace tanto,provate perchè il profumo e il sapore è davvero particolare!

Ma torniamo al procedimento,appena bolle e il burro si è sciolto allontanare dal fuoco e buttare dentro tutta la farina in una sola volta mescolando vigorosamente finchèsi appallottola,rimettiamo al fuoco come si fa con la polenta e mescoliamo finchè non comincia a sfrigolare staccandosi dalle pareti del pentolino.

Ora deve intiepidirsi e possiamo così unire le uova una alla volta facendo assorbire bene prima di unirne un’altro,io ho messo l’impasto nell’impastatrice e con la foglia ho amalgamato a velocità minima: è venuto benissimo senza fatica.

Ho poi versato l’impasto in una sacca da pasticceria con la bocchetta liscia e fatto tanti mucchietti in una teglia ben distanziati fra loro perchè si gonfieranno in cottura.

Se premendo il bignè si forma una punta finale è bene col dito bagnato schiacciare un po’ altrimenti in cottura si brucia prima del tempo ed è anche antiestetico.

La cottura è un passaggio importante

Io ho preriscaldato il forno a 200°

ho infornato per 20′ a 200° e 20′ a 170°

poi ho aperto il forno a fessura e ho fatto asciugare ancora per 5′ e li ho fatti raffreddare in forno altrimenti si potrebbero sgonfiare.

Tenendo presenti questi accorgimenti avrete degli ottimi bignè che potrete farcire sia come me con crema di ricotta o nutella o se preferite fare una crema pasticcera o una chantilly,il tocco finale è dato da una pioggia di zucchero frullato con una bacca di vaniglia.

Se dopo volete tuffarli nel cioccolato coprendoli completamente conviene che per farcirli li bucate sotto con la bocchetta  spremendoci dentro la crema preferita.

E questi sono per voi che mi avete seguita pazientemente!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

2 Commenti su I Bignè a me piacciono così

  1. Io sono conte. I bignè mi piacciono anche tuffati,però li preferisco di gran lunga così….seminudi,sicchè riesco ad assaporare la croccantezza dell’involucro e la bontà del ripieno.Sei proprio una maestra d’arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.