Crea sito

Spaghetti piccanti leggeri

Spaghetti piccanti leggeri
Sabato scorso dopo una fantastica passeggiata al mare con marito e un paio dei miei 6 cani, tornata a casa decido che, considerata l’esagerata quantità di calorie bruciate passeggiando sulla sabbia per km e km posso permettermi una “scofanata” di spaghetti. Ma, trattandosi di un’ora delicata e con tutto il pomeriggio da affrontare deciso di optare per una versione piccante/leggera ad alta digeribilità… per fortuna!!!! Non ero neanche a metà dell’opera che arriva una telefonata di lavoro e via: doccia, trucco, smalto tutto in dieci minuti e corri fuori casa. Ho pensato: “questa volta non ce la faccio”. E invece no: una versione così leggera che dopo la corsa al lavoro mi sentivo benissimo. Il segreto è uno solo. Scopritelo qui sotto

INGREDIENTI per quattro persone
400 gr di spaghetti
20 pomodorini perini
sale
pepe
1 aglio (si si aglio) senza anima (ma che ve lo scrivo a fare lo sapete benissimo)

olio di oliva
basilico
peperoncino rosso piccantissimo
1 radice di zenzero di 3 cm

foto 2_Fotor

PROCEDIMENTO
Mentre l’acqua si avvia alla bollitura preparo questo sugo ad alta digeribilità.
Scotto i perini, li pelo e li metto in un tegame dove ho precedentemente fatto appassire l’aglio. L’aglio lasciatelo o toglietelo. Io lo lascio. Aggiungo sale e pepe e cucino a fuoco lento con un coperchio per una quindicina di minuti. Poco prima di scolare la pasta aggiungo al mio sugo il peperoncino nella quantità desiderata e grattugio la radice di zenzero sul sugo.
Scolo la pasta e salto gli spaghetti nel tegame. Un filo d’olio e basilico e servo in tavola.
Dopo 10 minuti potete correre tranquillamente al lavoro… credo … però per sicurezza non esagerate!!! ☺

#CHEVINOABBINO
Aglianico

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.