Risotto salsiccia e Asiago fresco DOP

Risotto salsiccia e Asiago fresco DOP.

Eccoci vicini al Giro d’Italia con una ricetta che richiama il passaggio sull’Altopiano di Asiago.

L’iniziativa è di Associazione Italiana Foodblogger: “Non potendo immaginare di seguire il Giro d’Italia in bicicletta, se non virtualmente, ci siamo chiesti cosa avremmo potuto realmente fare, in che modo essere presenti, noi insieme a quel mondo al quale comunque apparteniamo e a cui cerchiamo, con tutta la necessaria umiltà, di dare voce”. Blumirtillo vive in Veneto e ha una gran passione per l’Asiago, prodotto caseario di latte di vacca a pasta semi-cotta e a denominazione di origine protetta. La ricetta di oggi è il risotto salsiccia e Asiago.

Il nostro gustoso contributo al Giro d’Italia in bicicletta!

Risotto salsiccia e Asiago fresco DOP

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 160 g Riso Carnaroli
  • 50 g Asiago Fresco DOP
  • 1 Patata piccola
  • 1 Salsiccia
  • 1 cipolla
  • Sale
  • Pepe
  • Olio
  • 1 cucchiaio Burro
  • 1 bicchiere Vino bianco secco
  • Brodo vegetale

Preparazione

  1. Risotto salsiccia e Asiago fresco DOP

    1. Per il risotto facciamo una tostatura con la cipolla e la salsiccia: tagliate a fettine sottili la cipolla, la fate appassire in una pentola con un filo d’olio, aggiungete la salsiccia e rosolatela quindi unite il riso e tostatelo.
    2. La tostatura verrà eseguita a fuoco vivace, tra i 40 secondi e il minuto.
    3. Aggiungete, durante la tostatura, sale e pepe, perché è l’unico momento in cui si riesce a dare gusto.
    4. Poi sfumate con vino bianco, secco, scegliete un prodotto non aromatico.
    5. Mettete il brodo vegetale fino a coprire il riso e la patata tagliata a cubetti piccoli.
    6. Aggiungiamo la patata per rendere ancora più cremoso questo risotto. Ma non è un ingrediente essenziale e se preferite evitarlo non ci sono problemi.
    7. Aggiungete brodo ogni volta che il riso si asciuga. Evitate di girarlo troppo.
    8. A cottura quasi ultimata riposare per trenta secondi fuori dal fuoco. Poi mantecate con il burro e l’Asiago fresco.

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sanaLa filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.