Risotto agretti e brie – come cucinare gli agretti

Risotto agretti e brie ovvero come cucinare gli agretti…ecco una proposta
Gli agretti o barba del frate sono buonissimi e questo è il periodo perfetto per cucinarli.
Li avete mai provati? Una proposta diversa dalle altre: mettiamoli nel risotto!

Risotto agretti e brie – come cucinare gli agretti


INGREDIENTI per due persone
160 gr di riso Carnaroli
1 mazzetto di agretti
150 gr di brie
1 cipolla
sale
pepe
olio
1 cucchiaio di burro
1 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale

Risotto agretti e brie – come cucinare gli agretti
PROCEDIMENTO

Prima di tutto

Pulite la barba di frate eliminando con un coltellino le radici che trovate alla base e le eventuali parti gialle. Lavateli più volte in acqua fredda corrente per eliminare eventuali residui di terra e tagliateli a pezzettini lunghi circa 2 cm.
Per il risotto utilizzate una pentola bassa e larga.
Pulite bene la cipolla e tritatela. Fate imbiondire la cipolla tritata nell’olio. Non utilizzate il burro: tende infatti a bruciare con il rischio che l’odore resti nel piatto.
Aggiungete il riso e tostatelo. La tostatura verrà eseguita a fuoco vivace, tra i 40 secondi e il minuto. Aggiungete, durante la tostatura, sale e pepe, perché è l’unico momento in cui si riesce a dare gusto. Poi sfumate con vino bianco, secco, scegliete un prodotto non aromatico.

Durante la preparazione…

Mettete il brodo vegetale fino a coprire il riso e aggiungetene ogni volta che si asciuga. Evitate di girarlo troppo. A metà cottura aggiungete gli agretti.

Infine…

Una volta cotto (dai 18 ai 20 minuti circa), lasciate riposare per trenta secondi fuori dal fuoco. Poi mantecate con il burro e aggiungete il brie tagliato a cubetti piccolissimi.

#CHEVINOABBINO
Bianco di Custoza

Risotto agretti e brie – come cucinare gli agretti

Grazie per aver letto la mia ricetta e spero davvero che ti piaccia. Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:
FACEBOOK CLICCA QUI INSTAGRAM CLICCA QUI TWITTER CLICCA QUI PINTEREST CLICCA QUI FLICKR CLICCA QUI GOOGLE+ CLICCA QUI TUMBLR CLICCA QUI

logo completo blumirtillo

Sai perché mi chiamo BluMirtillo?
– perché amo il blu
– perché mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
– perché è un nome vivace come vivace è il mio blog
– perché è un nome grintoso e allegro come me
– perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

Se sei un vero appassionato di social sbircia qui sotto qualche foto…

[wdi_feed id=”1″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.