Crea sito

Philips Soup Maker: esigenze e desideri di una foodblogger …

Philips Soup Maker: esigenze e desideri di una foodblogger …

 

philips soup maker

Philips Soup Maker: esigenze e desideri di una foodblogger … ebbene sì: una novità… è arrivato PHILIPS SOUP MAKER nella mia cucina e sono due giorni che guardo il suo invogliante packaging in attesa che arrivi sabato, oggi, per dedicargli il giusto tempo e conoscerlo bene. Non ho mai amato lo shopping compulsivo, nemmeno per la cucina. Voglio sapere da dove arriva un prodotto, chi l’ha ideato e per quali ragioni è meglio di altri. Quindi, nell’attesa di aprire e conoscere da vicino a questo utilissimo strumento, sono andata a leggermi la filosofia alla base di tutte le azioni di Philips. E ho fatto una piacevolissima scoperta!

Sin da quando Philips ha introdotto la sua prima lampadina, oltre 120 anni fa, l’innovazione e un approccio incentrato sulle persone hanno sempre rivestito un ruolo centrale in azienda. Questa realtà si impegna a fornire nuove tecnologie nel settore sanitario e dell’illuminazione, e prodotti consumer innovativi e localmente pertinenti. Per realizzare questo obiettivo, credono che il modo migliore sia una profonda comprensione delle esigenze e dei desideri delle persone.
Ecco questo è il punto. Negli States lo chiamano “approccio bottom – up” dal basso verso l’alto. Le esigenze e i desideri delle persone. Che spesso non sono proprio la stessa cosa e mettendomi nei loro panni credo che ogni giorno debbano affrontare parecchie sfide.

Così mi sono chiesta quali sono le mie esigenze e i miei desideri rispetto al SoupMaker che sto per aprire e li ho scritti tutti d’un fiato. Ovviamente mi sono basata sulla filosofia di BluMirtillo che propone una cucina rapida, allegra, colorata e #nostress.

Ecco qui cosa è saltato fuori.

Voglio uno strumento (esigenze)
– che faccia tutto in poco tempo
– che faccia più cose anche molto diverse tra loro
– non ingombrante
– pratico da usare
– facile da pulire
– che non consumi “una cifra”
– con il giusto rapporto qualità prezzo
– a basso impatto


Voglio uno strumento (desideri =capricci ma ci tengo)

– che imposto, vado a fare i miei lavoretti per casa, torno ed è tutto fatto
– che dia risultati squisiti e belli da vedere
– trendy e da lasciare in bella vista in cucina (e che le mie amiche quando lo vedono un po’ rosicano)

Intanto questi. Poi lo so che mi verranno in mente altre cose.

Ed eccomi qui pronta a conoscere Philips SoupMaker, carica di attese (anzi di esigenze e desideri) e cuorisissima.

Vi do intanto qualche anticipazione.

IMG_3068_Fotor_Collage

Un packaging facile e immediato. Che se ti perdi le istruzioni comunque capisci lo stesso:

IMG_3073_Fotor

IMG_3075_Fotor

Un look davvero cool!
IMG_3077_Fotor

IMG_3083_Fotor

IMG_3082_Fotor

IMG_3080_Fotor

Volete sapere altro??? Per il momento vi anticipo che Philips mi dice che il suo Soup Maker è un Cuoci e Frulla dotato di 4 programmi preimpostati e una funzione di miscelazione manuale per il massimo della versatilità. I programmi automatici permettono di preparare creme e vellutate, zuppe e minestre, conserve e frullati in pochissimo tempo. Inoltre può essere utilizzato anche come un classico frullatore sia per cibi caldi come le zuppe che per cibi freddi come i frozen yogurt.

Io non vedo l’ora di provarlo sia perché voglio vedere come farà a soddisfare tutte le mie esigenze e i miei desideri sia perché ho già in mente una notevole quantità di ricette sfiziose. Seguitemi: sarà un piacere condividere le mie idee!

 

Grazie per aver letto l’articolo e spero davvero che ti piaccia. Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche nella mia pagina facebook questo è il link:

Hai un account twitter? Allora seguimi qui:

Come me ami la fotografia? Vieni a visitarmi nella bacheca di Pinterest:

 

Sai perché mi chiamo BluMirtillo?
– perché amo il blu
– perché mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
– perché è un nome vivace come vivace è il mio blog
– perché è un nome grintoso e allegro come me
– perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress
 
 

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

6 Risposte a “Philips Soup Maker: esigenze e desideri di una foodblogger …”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.