Paccheri con crema di spinaci e rigatino affumicato

Un primo davvero invitante: la morbidezza della crema e la sua avvolgenza in bocca, l’affumicatura del rigatino che vivacizza il piatto…assolutamente da provare! Conoscete il Rigatino?  Il rigatino toscano non è pancetta. Infatti, a differenza di questo salume. il rigatino è ricavato dalla parte superiore del maiale, esattamente tra il il lardo e la pancetta vera e propria. Io lo trovo buonissimo e quando riesco a trovarlo al super ne approfitto subito per cucinare qualcosa di buono.

Cuciniamo insieme i Paccheri con crema di spinaci e rigatino affumicato

 

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Paccheri 400 g
  • spinaci freschi 400 g
  • Rigatino Affumicato 200 g
  • panna vegetale 150 g
  • Formaggio (a scaglie) 4 cucchiai
  • Noce moscata 1 pizzico
  • Sale
  • Pepe
  • Olio extravergine d’oliva

Preparazione

    • Per prima csa appassite gli spinaci in pentola con un filo d’olio. Basta mettere un filo d’olio in una pentola bassa e larga, aggiungere gli spinaci dopo averli puliti bene e coprire con il comperchio
    • Quando iniziano ad appassire togliete il coperchio e mescolate così evitate che si formi liquido in eccesso e asciugate quello già rilasciato dagli spinaci
    • Intanto mettete a bollire l’acqua per i paccheri
    • Spegnete il fuoco degli spinaci
    • Appena l’acqua bolle bittate i paccheri
    • Frullate con il frullatore ad immersione gli spinaci
    • Aggiungete a freddo la panna e un pizzico di noce moscata
    • Aggiustate di sale e pepe e cucinate a fuoco basso finchè i paccheri non sono cotti
    • Nel frattempo saltate in padella senza il rigatino tagliato a cubetti per renderlo croccante
    • Scolate la pasta e saltatela nel sugo di spinaci
    • Aggiungete le scaglie di formaggio e il rigatino e servite

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
  • La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.