Crea sito

Paccheri all’orata

Paccheri all’orata

Sempre una nuova!! Apprendo oggi che il nome dell’orata deriva dalla caratteristica striscia di color oro che il pesce mostra fra gli occhi. E penso che non si smette mai di imparare. Me l’ha detto l’addetta alle vendite del banco pesce con una certa aria di sfida che ancora ho in mente. L’orata è una presenza importante nella nostra tavola poiché la mangiamo con una certa frequenza. Si presta a titti i tipi di cottura e non delude mai. In questa versione la cucino prima ai ferri. Evito di lasciarla troppo nel sugo e la aggiungo all’ultimo. Deliziosa!

INGREDIENTI per due persone

300 gr di paccheri
olio di oliva
basilico
1 spicchio d’aglio
400 gr di orata
pomodori perini – 1 confezione
2 acciughe sott’olio
pepe
sale
foto_Fotor

PROCEDIMENTO

Cucino ai ferri la mia orata
Nel frattempo scotto in acqua bollente i pomodorini, li scolo, tolgo la pelle e li passo per eliminare i semini.
Mentre l’acqua si prepara a bollire per i miei paccheri preparo il ragù.
In una pentola calda con olio e aglio aggiungo le acciughe e la salsa dei pomodorini.
Faccio cuocere a fuoco lento finchè la pasta non è scolata.
Aggiungo l’orata a pezzi ben puliti facendo attenzione a togliere le spine. Aggiusto di sale e pepe, aggiungo un filo d’olio e basilico fresco.

Salto i paccheri in padella per 1 minuto

Buona cena amici!

#CHEVINOABBINO
Isonzo Sauvignon

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.