Crea sito

Questo mese su VPocket vi racconto lo spirito degli Chef che viaggiano

Questo mese su VPocket gli vi racconto lo spirito degli Chef che viaggiano
Il viaggio come simbolo di libertà, come scoperta e innovazione, come rivisitazione delle tradizioni. Soprattutto come espressione in cucina. Il viaggio per andare, ma anche per tornare arricchiti di nuove identità. Poche cose parlano della cultura di un luogo quanto il cibo. E i Top Chef lo sanno bene!

Chef che viaggiano
Con coraggio gentilmente, gentilmente. Dolcemente viaggiare. Rallentando per poi accelerare. La metafora della vita raccontata da Lucio Battisti è quanto mai attuale anche quando si parla di cibo. Perché raffigura ed esprime l’appetito di ricerca, la curiosità, la considerazione per le altre culture che si traducono nella fantasia applicata ai sapori, nella contaminazione, nella sperimentazione gourmet sulle materie prime. A casa nostra? Ci stiamo provando: le famiglie sono sempre più attente alle novità e, nel pianificare un viaggio, il tema “cibo” generalmente è ai primi posti.

Chef che viaggiano
Senz’altro il tema del viaggio ricorre nelle cucine dei grandi Chef i quali, ormai da parecchio tempo, ci insegnano che se vogliamo parlare seriamente di cibo non possiamo farlo fermandoci alle nostre tradizioni. Stay hungry, stay foolish, l’amatissimo consiglio di Jobs a noi piace anche in cucina: curiosi e anticonvenzionali. Sempre. E attorno al viaggio, come piena espressione di libertà ed intraprendenza, è ruotata anche la tredicesima edizione di Identità Golose Milano. La manifestazione ha celebrato “La forza della libertà: il viaggio”. Un bellissimo pensiero di riconoscenza rivolto a tutti coloro che, viaggiando nelle varie epoche, sono andati al di là di molti confini e sono ritornati portando a casa nuove usanze e nuovi ingredienti, spesso sconosciuti. Il viaggio come arricchimento grazie alle diversità che abbiamo conosciuto e fatto nostre ma anche grazie al tiramisù che raggiunge la Kamcatka. Il viaggio come valorizzazione del territorio ma anche come felici contaminazioni.

Continua a leggere l’articolo qui

Vpocket aprile

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.