Lasagne al ragù bianco finferli e zafferano

Voglia di giallo con queste lasagne al ragù bianco, finferli e zafferano! Preparatele il giorno prima. L’indomani saranno ancora più buone!

INGREDIENTI per sei persone
300 gr di lasagne (opto per quelle che vanno dritte in forno senza pre cottura)
500 gr di macinato di bovino
2/3 chiodi di garofano
1 bustina di zafferano
due mezzi bicchieri di vino bianco
300 gr di finferli
1 carota
1 sedano
1 cipolla
500 gr di besciamella (La ricetta QUI)
200 gr di parmigiano reggiano grattugiato
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO
Per prima cosa prepariamo il ragù bianco. Puliamo le verdure, le tagliamo in piccoli pezzettini e le soffriggiamo. Aggiungiamo quindi la carne, sale e pepe, i chiodi di garofano e mescoliamo bene. Bagnamo con il vino bianco e cuciniamo a fuoco lento per 30 minuti mescolando di tanto in tanto.
Puliamo bene i finferli e li mettiamo in padella con un filo d’olio, bagniamo con il vino bianco e copriamo con il coperchio. Cuciniamo a fuoco lentissimo fino a farli appassire per bene.

Poi…

Prepariamo poi la besciamella seguendo le indicazioni CLICCATE QUI
Al termine della preparazione della besciamella aggiungiamo la bustina di zafferano e mescoliamo bene.
In una teglia da forno creiamo un primo straterello sottile di besciamella, aggiungiamo il primo strato di lasagne e a seguite il ragù, i finferli con il loro sugo, besciamella e parmigiano grattugiato. Procediamo così fino ad esaurimento ingredienti.

Infine…

Inforniamo a 190° per 20 minuti e serviamo calde.

#CHEVINOABBINO
Nero d’Avola

lasagne al ragù bianco 1

lasagne al ragù bianco 3

lasagne al ragù bianco

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:
FACEBOOK CLICCA QUI INSTAGRAM CLICCA QUI TWITTER CLICCA QUI PINTEREST CLICCA QUI FLICKR CLICCA QUI GOOGLE+ CLICCA QUI TUMBLR CLICCA QUI

logo completo blumirtillo

Sai perché mi chiamo BluMirtillo?
– perché amo il blu
– perché mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
– perché è un nome vivace come vivace è il mio blog
– perché è un nome grintoso e allegro come me
– perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

Se sei un vero appassionato di social sbircia qui sotto qualche foto…

[wdi_feed id=”1″]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*