Crea sito

La Pita della Mamma in padella

La Pita della Mamma in padella

La mamma in padella è la mia amica Manuela. E questa ricetta è tutta sua! La Pita della mamma in padella

Manuela cucina delle cose buonissime e ci ha proposto di provare la sua Pita. La ricetta originale la trovate nel suo strabellissimo blog che trovate CLICCANDO QUI http://blog.cookaround.com/unamammainpadella/la-pita/

INGREDIENTI per 6/7 pite in padella
250 g di farina 00
250 g di manitoba o 0
280 ml di acqua
1 cucchiaio di olio evo
20 g di lievito di birra fresco (potete diminuirlo facendola lievitare di più ovviamente ! )
1 cucchiaino di miele o di malto d’orzo (facoltativo)
10 g di sale

PROCEDIMENTO
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida
Mettere in una ciotola o nella planetaria le farine , il miele , il sale in un angolino, e l’olio
Aggiungere poco per volta l’acqua con il lievito e impastare fino ad ottenere 1 impasto bello liscio

Coprire con pellicola e farlo lievitare al calduccio per circa 2 ore , cioè finché non sarà raddoppiato di volume .
Una volta lievitato riprendete l’impasto, dividetelo in 6/7 pezzi , su una spianatoia leggermente infarinata stendete ogni pezzo dandogli una forma rotonda
Lasciatele lievitare altri 20 minuti , magari appoggiandoli su un foglio di carta forno
Fate scaldare una padella unta d’olio e cuocete le pite una ad una per circa 1/2 minuti per lato, finché non risulteranno dorate , tenendole sempre sotto controllo per evitare che si brucino .
Farcite le pite ancora calde come preferite, oppure mettetele ben coperte con un canovaccio in attesa di prepararle tutte. Io le ho farcite con formaggio, pancetta e insalatina.
E’ possibile cuocere le pite anche in forno, preriscaldato a 200° per 5 minuti , spennellandole d’olio e avendo l’accortezza di ricoprire la leccarda con carta forno .

#CHEVINOABBINO
Collio Sauvignon

la pita della mamma in padella

Grazie per aver letto la mia ricetta e spero davvero che ti piaccia. Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:
FACEBOOK CLICCA QUI
INSTAGRAM CLICCA QUI
TWITTER CLICCA QUI
PINTEREST CLICCA QUI
FLICKR CLICCA QUI
GOOGLE+ CLICCA QUI
TUMBLR CLICCA QUI

logo completo blumirtillo

 

 

Sai perché mi chiamo BluMirtillo?
– perché amo il blu
– perché mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
– perché è un nome vivace come vivace è il mio blog
– perché è un nome grintoso e allegro come me
– perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.