Facciamo merenda? Oggi è afternoon tea! #MTChallenge 71

Afternoon tea

Ho passato tantissime estati in Inghilterra. Precisamente sull’isola di Wight, nella Manica. Ricordo queste vacanze meravigliose. Ero ospite in campagna di un contadino (lui) e di un magistrato (lei). Con i loro figli ho passato le vacanze più belle della mia vita montando vivacissi pony, cantando in una finta girl band e imparando persino a dominare il primo windsurf della mia vita.

Questa sfida, per MTChallenge, proposta da Valeria, che ha vinto la precedente sfida e che ci ha raccontato nel suo blog la gioia con cui ha vissuto questa esperienza, mi ha fatto riaprire il mio personalissimo cofanetto dei ricordi e versare non poche lacrime…mannaggia!!!

Quello che vi racconto è il mio afternoon tea. Che ho solo parzialmente riprodotto nel post (le regole sono regole e mica potevo mettere tutto quello che ai tempi c’era sul tavolo). Però per dovere di cronaca è bene che sappiate, negli anni ’80, com’era la mia ora del tè sull’Isola di Wight.

Premesso che la “mia prima volta” ho mangiato pochissimo convinta che poi ci sarebbe stata la cena, con la seconda ho imparato a fare incetta di tutto in previsione della lunga pausa fino alla mattina dopo. Come vi dicevo ero ospite di un  contadino. Quindi in una immensa fattoria con capre, maiali, mucche e verdure a volontà. A tavola c’erano fissi: pane fresco fatto in casa, latte appena munto, confetture di qualsiasi tipo, patè (ebbene si) e marmite (perchè gli inglesi la mettono ovunque- e per fortuna così ora so che cosa significa parlare di “umami”). Poi c’era sempre una crostata con composta di frutta, biscottini vari, l’apple pie, tortine salate di vario tipo e prosciutto per imbottire dei piccoli panini che faceva la padrona di casa. Ogni anno tornavo dall’inghilterra con almeno 2 kg in più… ma felicissima.

Oggi per la sfida in tavola metto un tè nero, una crostata alla composta di mele e un tris di biscottini. Che nostalgia. Rivoglio le mie bellissime estati in isola!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 250 g Farina 00
  • 1 Uovo
  • 120 g Burro
  • 100 Zucchero
  • 1 bicchierino Latte

per la composta di mele

  • 5 Mele
  • 70 g Zucchero
  • 1 limone

per i biscotti a cuore

  • 150 g Farina
  • 1 Uovo
  • 100 g Burro
  • 50 g Zucchero a velo

per i biscotti al pistacchio

  • 150 g Farina
  • 1 Uovo
  • 100 g Burro
  • 50 g Zucchero a velo
  • 2 cucchiai Granella di pistacchi
  • 1 bicchierino Latte

per i biscotti mandorle e nocciole

  • 170 g Farina
  • 150 g nocciole e mandorle (tritate)
  • 100 g Zucchero
  • 40 g Burro
  • 2 Uova
  • 1 pizzico Sale
  • 1 pizzico Bicarbonato
  • 1 pizzico Lievito per dolci

per il tè

  • 2 cucchiai tè nero in foglie (per persona)

Preparazione

  1. Per la crostata di composta di mele:

    • Unite tutti gli ingredienti della frolla (tranne il latte) nel mixer.
    • Una volta ottenuto un impasto morbido mettete in frigo a riposare
    • Nel frattempo preparate la composta.
    • Sbucciate le mele, togliete il torsolo, irroratele di limone e cucinatele aggiungendo lo zucchero a fuoco lento per una trentina di minuti
    • Frullate il composto grossolanamente e fatelo asciugare bene a fuoco lento
    • Stendete la frolla
    • Spennellatela di latte, bucherellatela con una forchetta e cucinatela a 180° per 15 minuti
    • Sfornate e aggiungete la composta di mele. Fate riposare
  2. Per i biscotti di frolla

    • Unite tutti gli ingredienti nel mixer
    • Impastate fino ad ottenere un bel composto morbido
    • Fate riposare in frigorifero per un’ora
    • Stendete la pasta e formate dei cuori.
    • Infornate per 10 minuti a 180°
  3. Per i biscotti al pistacchio:

    • Lo stesso procedimento di sopra. Ma una volta stesa la pasta la spennellate con il latte e la spolverate di granella pistacchi
    • Anche qui: 10 minuti in forno a 180°
  4. Per i biscotti di mandorle e nocciole

    • Sbattete le uova.
    • Mettete nella planetaria tutti gli ingredienti e mescolate molto bene finchè l’impasto non diventa un panetto morbido.
    • Stendetelo su carta forno creando uno strato di circa 1 cm.
    • Realizzate con gli stampini le forme che desiderate
    • Coprite con un panno e lasciate riposare per un’ora
    • Infornate a 180° per 10 minuti.
    • Li girate e continuate la cottura per altri 5 minuti
  5. Per il tè nero:

    • Pre riscaldate le tazze
    • Mettete le foglie nella teiera (con filtro centrale)
    • Portate a bollore l’acqua
    • Lasciate in infusione per 3-4 minuti
    • Versate il te nella tazza

     

  6. Ed ecco pronto un “pezzettino” del mio vecchio afternoon tea e anche del mio cuore. Grazie MTChallenge per l’opportunità e per la bella sfida e a Valeria per questa, a mio parere, romanticissima proposta

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
  • La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

6 Risposte a “Facciamo merenda? Oggi è afternoon tea! #MTChallenge 71”

  1. L’isola di White non é molto lontano da dove abito, eppure non ci sono mai stata.
    Probabilmente quelli che facevi sull’isola erano High tea e per questo non era prevista la cena, anzi, dal menú che hai elencato, direi che era proprio cosí 😉
    Graziosa la tavola che hai preparato come i tuoi mini biscotti, da mangiare in un boccone. Sono i piú pericolosi perché si finisce sempre per mangiarne tanti.
    Grazie davvero per la tua proposta.
    Valeria

  2. io ho imparato tanto da questa sfida ma non avevo capito che per gli inglesi era anche la cena … ho imparato un’altra cosa, ecco perchè ce anche il salato, la tua proposta è molto bella, complimenti.

  3. Qqell’isola mi ha vista per una “toccata e fuga” mentr soggiornavo proprio di fronte, e il tempo per il té non l’ho avuto. Leggendo il tuo post me ne dispiace molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.