Conghiglioni ripieni di gamberi e pomodorini in zuppetta di vongole

E che zuppetta! Abbiamo preso praticamente quasi tutti gli ingredienti della catalana per fare questa gustosissima zuppetta che andrà ad accopmpagnare i nostri conchiglioni. Oggi a pranzo ha fatto furore. Ecco al ricetta

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Conchiglioni 20/25
  • Gamberi 20
  • Pomodorini datterini 15
  • Pangrattato 4 cucchiai
  • Vongole veraci 500 g
  • cipolla dorata 1
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • peperoni nani 3
  • pomodorini (misto gialli e verdi) 10
  • Frutti di cappero q.b.
  • Acciughe sott’olio 2
  • olive taggiasche denocciolate 2 cucchiai
  • Sale
  • Pepe
  • Olio extravergine d’oliva
  • aneto fresco q.b.

Preparazione

    • Preparate prima di tutto il ripieno dei conchiglioni
    • Tagliate a cubetti i datterini
    • pulite oi gamberi e tagliateli a cubetti cucinate i gamberi e i pomodorini per qualche minuto in una pentola con un filo d’olio. A fine cottuta aggiustate di sale e pepe
    • Aggiungete il pangrattato, un altro filo d’olio e proseguite la cottura per un paio di minuti
    • Spegnate il fuoco
    • Sciacquate bene le vongole e cucinatele in un filo d’olio coprendole con un coperchio
    • Sfumatele con un bicchiere di vino bianco
    • Una volta che si sono aperte, filtrate il sugo di cottura e controllate che non siano rimasti residui di sabbia
    • Tagliate finemente la cipolla, i peperoni, i pomodorini
    • Aggiungete alle vongole e al loro sugo di cottura le tre verdure
    • Cucinate a fuoco basso per qualche minuto (la verdura non deve appassire ma risultate croccante)
    • Aggiungete le acciughe e aggiustate con un filo d’olio
    • Mettete intanto a cucinare i conchiglioni
    • Una volta cotti scolateli e riempiteli con il composto di gamberoni
    • Distribuitene 5 per piatto
    • Versate sopra la zuppetta di vongole
    • Aggiungete le olive taggiasche, i frutti di cappero e l’aneto

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
  • La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.