Chiffon cake con marmellata di albicocche e gocce di cioccolato

Che buona la Chiffon. Si scioglie in bocca. Probabilmente piacerebbe anche a mio marito la Chiffon. Peccato che ogni volta che la cucino la porto da qualche parte: ufficio, amici…e a lui non resta che guardarla. Sono sicura che prima o poi mi obbligherà a farne un a tutta per lui: pazienza…se tocca fare e mangiare dolci…si fa!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    8 persone

Ingredienti

  • Uova 6
  • Farina 300 g
  • Zucchero 300 g
  • Cremor tartaro 8 g
  • Lievito in polvere per dolci 1 bustina
  • Acqua 200 ml
  • Marmellata di albicocche 200 g
  • Acqua 120 ml
  • Zucchero in granella
  • Gocce di cioccolato fondente

Preparazione

    • Preriscaldate il forno a 160°
    • Tirate fuori le uova dal frigorifero perchè devono essere a temperatura ambiente.
    • Separate le uova: tuorli in una terrina e albumi in un’altra.
    • Mettete i tuorli, l’acqua, e l’olio insieme e montateli con l’aiuto di una frusta fino ad ottenere una crema morbida.
    • Unite farina, lievito e zucchero. (Setacciate prima la farina)
    • Aggiungete la crema precedentemente lavorata e mescolate bene.
    • Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale aggiungendo a metà del processo il cremor tartaro.
  1.  

    • Incorporate gli albumi montati a neve, delicatamente, con il resto degli ingredienti: movimenti dall’alto verso il basso.
    • Versate l’impasto nello stampo di alluminio. Non imburratelo né infarinatelo. Una volta cotto il dolce sistaccherà da solo. Vedremo poi come…
    • Infornate a 160° per 40 minuti e poi a 170° per 10 minuti

     

  2.  

    • Sfornate la Chiffon e girate lo stampo a testa in giù.
    • Raffreddandosi si staccherà da sola dalle pareti.

     

    • Una volta fredda spennellate di marmellata di albicocche, spolverate di granella di zucchero e gocce di cioccolato e godetevi il vostro dolce

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
  • La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.