Crea sito

Anatra al Lagrein con arancia al vivo

Anatra al Lagrein con arancia al vivo
Una versione “rossissima”! Bello questo colore per l’anatra. La preparazione non è complessa ma richiede un po’ di attenzione. Scegliamo questo buonissimo vino dell’Alto Adige e vediamo insieme la preparazione

INGREDIENTI per due persone
1 petto d’anatra (da circa 600 gr)
¾ di bicchiere del Lagrein del Trentino
25 grammi di burro
4 cucchiaini di zucchero
sale
pepe
2 arance

IMG_6327_Fotor

IMG_6328_Fotor

PROCEDIMENTO

Partiamo scaldando una padella antiaderente. Nessun condimento perché il grasso dell’anatra sciogliendosi farà un’ottima base.
Incidiamo la parte di petto dove vediamo il grasso. 4 o 5 tagli incrociati basteranno.
Mettiamo il petto dalla parte del grasso a rosolare nella pentola caldissima per 4/5 minuti. Lo giriamo e proseguiamo la cottura per altri 5 minuti facendo attenzione a non bruciarlo. Rigiriamo e cuociamo per altri 5 minuti.
Nel frattempo facciamo sciogliere il burro in un pentolino, spremiamo 1 arancio e versiamo nel pentolino il vino mescolandolo con l’arancio. Scaldiamo facendo restringere un po’.
Grattugiamo la buccia dell’altra arancia nel pentolino e aggiungiamo i cucchiaini di zucchero.
Di questa seconda arancia tagliamo dei dadini al vivo (senza la bucci e la pellicina bianca) che utilizzeremo come guarnizione.
Una volta cotta l’anatra la tagliamo a fette, la mettiamo su un piatto con i cubetti di arancia e il sugo scaldato a parte fatto di Lagrein e arancia.

#CHEVINOABBINO
Un Lagrein del Trentino

Pubblicato da blumirtillo

Ciao sono Giusy Locati. www.giusylocati.it - ho 44 anni, 1 marito, 5 cani, 8 gatti, amo la cucina, le fotografie e ovviamente gli animali. Sono psicologa e lavoro in provincia di Venezia. Questo blog... a dirla proprio tutta ... lo gestisco con il prezioso aiuto di mamma Rina e papà Gianni che da 300 km di distanza si dilettano a mandarmi qualche suggerimento via e-mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.