Crostata alla curcuma & tanti auguri a me

+36.
Il mio numero preferito.
Happy birthday to me.

Per una volta non ho seguito nessuna ricetta particolare, solo il naso e l’umore.
Vi giuro che non smetterei mai di mangiarla.

“Vorrei essere la natura
Che non ha colpa mai
Che si dimentica di noi
Che è pura eternità”
#bittersweetme #pastrylove #pastry #dessert #instadessert #instafood #yummy #tart #vanilla #pannacotta #shortcrustpastry #curcuma #maldonsalt #pitaya #dragonfruit #blueberries #fiftyshadesofgrey #herecomesthesun #birthdaycake #mymusictaste #respirare #subsonica #happybirthdaytome #36 #🎂

  • DifficoltàBassa
  • Porzioni8-10
  • Metodo di cotturaForno

Ingredienti

Crostata alla curcuma

  • 280 gFarina
  • 200 gburro
  • 100 gZucchero a velo
  • 1uovo
  • 1 cucchiainoCurcuma in polvere
  • 3 pizzichiSale di maldon

Panna cotta alla vaniglia

  • 300 gPanna fresca
  • 40 gZucchero
  • 5 gGelatina
  • Mezza baccaVaniglia fresca (o estratto di vaniglia o vanillina… Ma quei semini neri danno tutto un altro profumo, specialmente nelle versione bianca)

Per decorare

  • 1Pitaya o Dragon Fruit
  • q.b.Meringhe
  • q.b.Mirtilli

Preparazione

Crostata alla curcuma

  1. Setacciate la farina e la curcuma con lo zucchero a velo. Quindi sabbiate il burro freddo a dadini con le polveri, usando il gancio a foglia. Quando non vedrete più nessun pezzettino di burro, aggiungete l’uovo fino a perfetto incorporamento nella massa (sì, lo so, è uno scioglilingua). Infine aggiungete il sale e mescolate 30 secondi per disperderlo bene, senza che si sciolga. Formate un panetto lavorando brevemente l’impasto con le mani e lasciatelo a riposo almeno un paio d’ore (Meglio tutta la notte!)

  2. Stendetela con il mattarello, ritagliate la forma voluta e cuocete in forno ventilato a 170 gradi, controllando il colore in cottura, per circa 15 17 minuti. 

    Io ho usato uno stampo da crostata classico, cuocendola in bianco coperta dalle sfere di ceramica.

Panna cotta alla vaniglia

  1. Schiacciare la bacca di vaniglia, estrarre i semi e lasciarli in infusione nella panna almeno un’ora ( Meglio una notte 🌃) . Questo passaggio potete saltarlo se usate l’estratto o la vanillina.

    Idratare i fogli di gelatina in acqua fredda per pochi minuti.

    Quindi sciogliere lo zucchero nella panna aromatizzata e portarlo a leggero bollore mescolando.

    Aggiungere la gelatina ammollata e ben strizzata e mescolare fino a completo scioglimento.

    Quindi versare nel guscio di frolla freddo e lasciar raffreddare in frigo per almeno 3- 4 ore, fino a completo rassodamento.

Decorazione

  1. Io ho decorato con delle palline ottenute dalla polpa della Pitaya, chiamato anche Dragon Fruit, dei mirtilli freschi e delle meringhe grigie (Lo so, non è un colore tipico da dolce…ma io non sono un amante dei grandi classici, dovreste saperlo ormai ;). Trovate qui il link alla ricetta : https://blog.cookaround.com/bittersweetme/la-meringa-francese-il-primo-amore-non-si-scorda-mai/ )

Note

La dose di frolla è abbondante, potrete tranquillamente congelare l’eccesso e usarlo all’occorrenza, ricordatevelo!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.