Croissant

E non brioche. O cornetto.
Tutte le volte mi viene il dubbio di quale sia il nome giusto. E devo andare a controllare 🤦

Questa è la mia ricetta, sono partita da uno splendido regalo di un mio amico pasticcere che non finirò mai di ringraziare, e tocchettata un po’.
Sono solo un chimico, niente di più, ma il risultato piace a nano, quindi direi che è approvato!

“Well, anyway let me say you’re welcome
For the wonderful world you know
Hey, it’s okay, it’s okay
You’re welcome!
Well, come to think of it, I gotta go
Hey, it’s your day to say you’re welcome
‘Cause I’m gonna need that boat
I’m sailing away, away
You’re welcome!
‘Cause Maui can do anything but float
You’re welcome!
You’re welcome!
And thank you!”
Oceania

  • DifficoltàMedia
  • Porzioni15-20
  • Metodo di cotturaForno

Ingredienti

Otterrete circa 15-20 croissants con questa dose , a seconda delle dimensioni che sceglierete
  • 500 gFarina forte (Io uso 280 300 W)
  • 60 gZucchero
  • 10 gSale fino
  • 15 gLievito di birra fresco
  • 25 gBurro
  • 150 gAcqua
  • 125 gLatte intero
  • 280 gBurro per sfogliare

Preparazione

  1. Armatevi di pazienza. Tanta.

    Setacciate la farina (o la miscela di farine) nella ciotola della planetaria, mescolate con il gancio a elle incorporante acqua in cui avrete sciolto il lievito, il latte e lo zucchero.

    Dopo 5 minuti aggiungete il sale e proseguite a impastare fino a impasto incordato.

    Infine aggiungete il burro freddo a pezzi, fino a impasto elastico e omogeneo. Coprite con pellicola e lasciatelo riposare una notte in frigo.

  2. La mattina dopo prendete l’impasto, lasciatelo acclimatare mezz’oretta e stendetelo con un mattarello.

  3. Prendete il burro, stendelo tra due fogli di carta da forno e ponetelo al centro del panetto steso.

  4. Quindi copritelo con i due lembi del panetto e incassatelo con il mattarella, tanta pazienza e tanti muscoli.

  5. Date quindi la prima piega a 3, coprite con pellicola e lasciate in frigorifero per 20-30 minuti. Quindi stendetelo e ripetete le pieghe a 3. E di nuovo. Riposo steso e pieghe.

    Per un totale quindi di 9 pieghe e 3 riposi 😉

  6. Quindi stendete a circa 5 mm e tagliate dei triangoli grandi circa 8 per 23 cm.

  7. Allungateli a 29 cm e arrotolateli. Arrotolate e arrotolate….

  8. Quindi lasciateli lievitare per circa 2 3 ore a massimo 28 gradi, fino a a che avranno triplicato la loro dimensione.

  9. Spennellate con latte e spolverate con zucchero a velo o zucchero di canna, quindi infornate in forno già caldo a 180 gradi ventilato per circa 15 17 minuti, fino a che saranno ben colorate.

Note

E dopo tutto questo lavoro…come conservarle?

Bene, potete scegliere due vie:

1) congelarle appena formate, prima dell’ultima lievitazione: basterà lasciarle scongelare in forno spento la sera prima e cuocerle la mattina

2) congelarle da cotte: qualche secondo in microonde e saranno come appena sfornate!

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.