Zuppa Parmentier.. potage parmentier

Zuppa  parmentier. Un classico della cucina francese.

          Zuppa parmentier “potage parmentier”

 

Delicata, saporita e un po’ chic come lo e’ del resto proprio  la cucina francese.

A base di patate e porri, si presenta con un  colore chiaro un po’ etereo. A vederla

non si puo’ fare altro che pensare alle strade parigine che danno un po’ il senso

di una epoca diversa, rétro,  ma nel contempo  anche molto moderne.

Quanto mi piace questa visione cosi’ romantica….

In fondo alla ricetta vi scriverò anche alcuni cenni storici che vedono

protagonista proprio il signor Parmentier.

Ma ora vediamo cosa ci serve per fare questa zuppa.

Grazie alla  collaborazione con la philips ho utilizzato il soup maker,

ma voi se non lo possedete  potrete usufruire di una pentola.

  1. Cottura  tradizionale 

Ingredienti

  • 600 g di patate
  • 150 g di porri
  • 30 g di burro
  • 500 g di brodo di carne o vegetale
  • 100 g di panna fresca
  • sale-pepe
  • 30 g di burro a fine cottura

                    Procedimento

  • Ponete in un tegame del burro con i porri tagliati a rondelle

Fateli appassire a fiamma  bassa  e unitevi un mestolo di brodo.

003

 

 

 

 

 

 

 

  • Aggiungetevi dopo una decina di minuti le patate e ricopritele

con il restante brodo tenendone a parte un 1mestolo.  Fate cuocere

finche’ le verdure non risulteranno morbidissime.

  • rendete il tutto una crema, utilizzando un frullatore  ad immersione.

Salate, pepate e unitevi la panna a filo e 30 g di burro.

  •  Amalgamate bene il tutto continuando la cottura a fiamma dolce

per ancora pochi minuti. Servite con crostini di pane tostato.

La giusta consistenza e’ quella che vedete in foto

       Consigli 

  • Nella ricetta francese viene aggiunto anche un tuorlo d’uovo,

come legante e per arricchire il piatto.  Potete farlo stemperandolo con

la panna prima di unirla alla parmentier.

  • In base ai gusti potete aggiungere o meno durante la cottura

il brodo che avete conservato togliendone 1 mestolo

  • La giusta consistenza e’ quella che vedete in foto 

Se volete visitare la mia pagina cliccate QUI’

 

  Procedimento con il soup maker 

  • Pelate le patate e tagliatele a dadini

Poneteli nel soup  maker e unitevi i porri tagliati sottili o a pezzetti,

007

  • Aggiungete i il brodo  fino alla tacca max e azionate  il programma crema.

soup maker quadro3

  • Dopo alcuni  minuti l’apparecchio renderà  la zuppa frullandola   cremosa e liscia

Aprite il soup macher e unitevi alla zuppa parmentier la panna e il burro .

  • Richiudete e con il programma  manuale fate frullare ancora una volta. Servitela

con qualche pezzettino di pane tostato

Con il soup maker  la zuppa parmentier  e’ già bella densa e vellutata  come vedete in foto.
Questa ricetta è frutto del progetto di collaborazione tra Philips e Cookaround

“Per fortuna in Cucina c’è Philips”con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema

dell’alimentazione sana.

 

Cenni storici

Antoine Parmentier

Fu farmacista nell’esercito durante la guerra dei Sette Anni, contro l’Inghilterra e la Prussia. Durante la sua detenzione in Germania,in un carcere prussiano scoprì le qualità nutritive di una pianta della famiglia delle solanacee, la patata.

Al suo ritorno in Francia, partecipò nel 1771 a un concorso indetto dal comune Besançon sulla sostituzione del frumento nella produzione del pane e preparò una dissertazione sulla patata, che lo rese celebre. Cercò, con l’appoggio di re Luigi XVI, di diffondere la coltivazione della patata creando una piantagione di questo tubero vicino a Neuilly-sur-Seine.

La fama maggiore di Parmentier è legata alla sua opera per la diffusione della patata. Nel 1771 l’accademia di Besançon aveva posto un concorso dal titolo: Quali sono i vegetali che possono essere sostitutivi in caso dicarestia rispetto a quelli di impiego comune e la loro preparazione Parmentier curò la redazione di una memoria rimasta celebre sulla base dell’uso fatto mentre era farmacista al seguito delle truppe in tempo di guerra. La memoria fu premiata nonostante una legge del parlamento del 1748 che accusava il tubero di trasmettere infezioni.

Particolarmente divertente, quanto sagace, fu il trucco escogitato da Parmentier per convincere i contadini francesi a cibarsi di patate, piuttosto diffidenti verso la consumazione del tubero che, pure, regolarmente coltivavano nelle terre dello Stato. Parmentier fece inviare militari armati a presidiare, dall’alba al tramonto, i campi coltivati a patate; i contadini si convinsero trattarsi di cibo prezioso e cominciarono a rubarle nottetempo, così iniziando a consumarle.

Parmentier riuscì a coinvolgere nella sua opera di diffusione persino il re e un fiore di patata viene messo sulla parrucca della regina

Sito web Wikipedia

Precedente Crema caprese Successivo Crema dolce di finocchi

27 commenti su “Zuppa Parmentier.. potage parmentier

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.