spaghetti alla puveriello

c’era una volta una principessa (eh una volta fatemi vantare che è la mia favola posso!) ….

… questa principessa doveva lavorare anche di domenica mattina, ma nonostante tutto l’amore che nutriva per la piccola principessina e per i suoi fornelli,  una volta a casa giusto per le due, poca forza e voglia aveva per preparare il pranzo, distratta dal sole primaverile del terrazzo che era un forte richiamo, e così si ricordò di un piatto unico, veloce ma buono, insegnatole dalla sua nonna, che lo preparava a sua volta al nonno quando rientrava tardi di corsa per andare dal parrucchiere o a fare la spesa, ossia

gli spaghetti alla puveriello, che poco hanno di regale, poichè visto il basso costo e la reperibilità degli ingredienti erano il cibo del popolo… un classico napoletano poco conosciuto…

detto fatto questo è il vero piatto salva pranzo… salva fine mese e frigo vuoto… salva mi scoccio di pensare e cucinare perchè ho ancora il cappotto ma già un piede nei sandali e la voglia di uscire aumenta…. insomma segnatevelo che un’occasione in cui doversi salvare prima o poi capita sempre!

10 minuti per prepararlo, meno per gustarlo…. e vissero tutti felici sazi e contenti in terrazza a prendere il sole!

spaghetti alla puveriello

ATTREZZATURA

pentola per pasta, padella, scolapasta, forchettone

INGREDIENTI per 2 persone

  • 200gr di spaghetti
  • 3 uova
  • olio sale e pepe

PROCEDIMENTO

portate a bollore l’acqua salata e calate gli spaghetti, nel frattempo che la pasta cuoce mettete un filo d’olio abbondante in una padella e quando è caldo versate solo l’albume dell’uovo conservando i tuorli, portate a cottura, scolate gli spaghetti due minuti prima del termine della cottura, tenendoli molto al dente, e saltateli in padella con gli albumi cotti, aggiungete i tuorli e mescolate bene, pepate e servite caldi

Precedente carciofo alla carbonara Successivo crepes

3 commenti su “spaghetti alla puveriello

I commenti sono chiusi.