friarielli o broccoli campani

i friarielli o broccoli campani (da non confondersi con i friggitelli che sono i peperoncini verdi)

sono una specie di cime di rapa coltivate in Campania prevalentemente a Napoli e nella sua provincia,

in passato le colline adesso cittadine del Vomero di Posillipo e dei Camaldoli era tutti terrazzamenti con varie coltivazioni

tra cui prevalente quella dei friarielli

il procedimento è semplice, ah mi raccomando “a mort’ r’ ‘o friariell’ è ca’ sasicc!” ossia la sua morte è con la salsiccia

friarielli

FRIARIELLI O BROCCOLI CAMPANI

ATTREZZATURA

scolapasta, padella con coperchio, cucchiaio di legno

INGREDIENTI  4 persone

  • 4 fasci di friarielli
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 punta di peperoncino

PROCEDIMENTO

pulite i friarielli (o i broccoli se nella vostra zona ci sono quelli) togliendo la parte legnosa del gambo, lasciando solo le foglie le

infiorescenze e soltanto le parti dei gambetti più sottili

lavateli bene e metteteli in una colapasta per far cadere giusto l’acqua in eccesso ma lasciandoli bagnati

in una padella capiente mettete l’olio con l’aglio sbucciato ma intero e il peperoncino, fate soffriggere a fuoco alto per insaporire

mettete a questo punto i friarielli scolati dall’acqua in eccesso ma ancora bagnati all’interno della padella, salate e poggiate il

coperchio che ovviamente non chiuderà ma si poggerà sui friarielli che man mano si “ammoscieranno”

quando  avranno perso gran parte del loro volume perdendo acqua togliete il coperchio in modo che quest’ultima evapori

cuocete a fiamma media per una ventina di minuti, eliminate l’aglio e servite

sono ottimi sia caldi che freddi, come anticipato sposano benissimo con le salsicce, e comunque con tutta la carne in generale

vi aspetto sulla mia pagina facebook per restare sempre aggiornati sulle ultime ricette

Molte mie Ricette sono state pubblicate nel Sito→ #RicetteBloggerRiunite♥

Grazie al Gruppo @RBR♥
http://ricettebloggerriunite.it

 

 

 

Precedente banana split - merenda perfetta Successivo tortelli alla ricotta di Iginio Massari