Tiramisù scomposto

Ciao a tutti!!

Seguendo le novità e le nuove tendenze in fatto di dolci e cucina in generale, mi sto interessando sempre più alle cose monoporzione e finger food.

E’ per questo che trovandomi a fare il tiramisù ho deciso di farlo “scomposto”: è  molto carino da servire, pratico e veloce da fare, e per di più buonissimo!!

Il procedimento consiste nel preparare normalmente la crema del tiramisù, procurarsi delle coppette o tazzine carine monoporzione per servire la crema, e delle tazzine carine da caffè…

Buonissimo, di bell’effetto e di sicura riuscita, sia per chiudere una cena o un pranzo, sia come dessert pomeridiano!

Per la crema gli ingredienti sono:

500 gr di mascarpone, 4 uova, 120 gr di zucchero , 250 ml di panna da montare

 

Separare i tuorli dagli albumi in due diverse ciotole. In quella dove abbiamo messo i tuorli aggiungere lo zucchero e sbattere con le fruste elettriche fino ad avere una crema spumosa e ben omogenea. A questa crema aggiungiamo a cucchiaiate, continuando a mescolare, il mascarpone.

Nel frattempo in un’altra ciotola montare a neve fermissima gli albumi (aiutandosi o con qualche goccia di limone o con un pizzico di sale) e incorporarli al composto di tuorli e mascarpone, con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto per non farli smontare.

Montare poi la panna montata (io aggiungo un goccio di latte per farla montare prima) e aggiungerla sempre piano dall’alto verso il basso al composto, che a questo punto sarà pronto.

Questa crema può essere anche conservata in frigorifero per un paio di giorni.

Quando dovrà essere servito il dessert, preparare il  caffè con la cremina (appena sta salendo togliere le prime gocce e mescolarle con tanti cucchiaini di zucchero quante sono le persone) ; inserire la crema nella sac a poche e versarla nelle coppette monoporzione.

Decorare con i savoiardi e servire con il caffe caldissimo.

tiramisu

E’ buono anche facendo colare delle gocce di caffè caldo nella crema in coppetta!

Ovviamente per fare il tiramisù tradizionale il procedimento per la crema è identico, basta preparare una macchinetta da caffè grande, versarlo in un piatto e diluirlo con dell’acqua fredda, poi intingere i savoiardi (pochissimo) dentro e fare a strati in una teglia rettangolare (meglio se in pyrex trasparente); l’ultimo strato sarà di crema, spolverizzato con del cacao amaro. Il numero ottimale di strati di savoiardi secondo me è due.

Dolci baci,

Annamaria.

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.