Spaghetti aglio e olio | Eataly Smeraldo

Ieri io e il mio fidanzato siamo stati da Eataly a Milano Smeraldo. Inutile dire che è il mio mondo, lo adoro, e lo immaginavo già prima di arrivarci.

È il tempio del cibo, un monumento all’eccellenza italiana che non ha limiti ne eguali nel campo a livello mondiale. Chi viene in Italia rimane sempre deliziato dal nostro mangiar bene, e l’idea di celebrarlo così, sia in Italia che all’estero, è per me meravigliosa; l’elevata qualità offerta a mio parere giustifica ampiamente i prezzi, e offre allo stesso tempo una garanzia al consumatore che acquista. Ogni dettaglio è perfettamente curato, e mi ha colpito molto il “Manifesto di Eataly”.

Abbiamo mangiato la pizza e il gelato, entrambi buonissimi e di ottima qualità, accompagnati da un servizio veloce e cortese ( unica nota dolente: l’acqua servita, Lurisia, ha a mio parere un sapore orrendo).

Cogliendo l’occasione, abbiamo acquistato un pacco di Spaghettoni del pastificio di Gragnano “Afeltra” che il mio fidanzato ci teneva a farmi provare da un bel pò: mezzo kg di pasta è venuto 2,8 €, ma vale la pena provare!

Ho deciso di prepararli in modo semplice in modo da poter apprezzare il sapore e la callosità della pasta artigianale, quindi li ho preparati aglio, olio e peperoncino con l’aggiunta di pangrattato fatto in casa e tostato.

spaghetti eataly

La ricetta è quindi la seguente, per 4 persone:

500 g di spaghettoni Afeltra, 150 g di olio extravergine d’oliva di altissima qualità, 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino piccante, 50 g di pangrattato homemade, Sale q.b.

Mettere a bollire in una pentola molto capiente 5 litri d’acqua; in una pentola wok o saltapasta, porre l’olio e farlo soffriggere con l’aglio tagliato a spicchi e privato dell’anima (la parte che sta al centro di ogni spicchio) e il peperoncino tagliato in due o tre pezzi.

In una padella scaldare il pangrattato, girarlo un paio di volte e farlo cuocere finchè questo cambierà colore, diventando più dorato (attenzione perchè qualche secondo in più e si rischia di farlo bruciare).

Calare nel frattempo la pasta, aggiungere il sale e attendere. Come indicato sulla confezione, non è possibile fornire un tempo preciso di cottura, perchè dipende da numerosi fattori; la cottura va seguita e la pasta rimarrà al dente, quasi dura, perchè così è più digeribile. Provare e regolare di sale prima di scolare.

Estrarre una tazza di acqua calda salata dalla pentola e tenere da parte; scolare gli spaghetti, passare la pentola con l’olio sul fuoco vivace e calarvi dentro gli spaghetti, girare bene e aggiugere il pangrattato. Far saltare e amalgamare bene, e se risulta secco aggiungere un pò dell’acqua di cottura.

Servire caldissimi!

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.