Polpette di melanzane – Ricetta calabrese

Non vi ho abbandonato!

Eccomi di nuovo tra voi per la seconda ricetta della sezione “Cucina Regionale”, direttamente dalla punta dello stivale, cioè dalla provincia di Reggio Calabria!

La mia storia con la Calabria è una storia che ha lontane radici, e ci sono molto affezionata, avendo convissuto per gli anni dell’università con ragazze calabresi che tutt’ora sono per me grandi amiche.

Per questo motivo sono stata in Calabria diverse volte, e ho avuto a che fare con la cucina calabrese, che, per molti versi è simile a quella Campana; l’uso delle melenzane, che già in Campania è molto frequente, in Calabria si fa spasmodico, e allora quale scusa migliore per imparare a preparare una ricetta tipica con le melenzane?

polpettemel2

Ovviamente, la ricetta ha la sua resa migliore in estate, quando le melenzane sono migliori ed hanno più gusto, ma nulla vieta di eseguire la ricetta anche in inverno, possibilmente andando a cercare le migliori melenzane che ci sono in giro!

Ringrazio la mamma dei miei amici Giulia e Salvatore per avermi gentilmente fornito la ricetta. La preparazione di questa ricetta è un pò “ad occhio” nel senso che le dosi non sono precise, ma vanno aggiustate in base alla consistenza dell’impasto.

Gli ingredienti per 4 persone sono:

1 kg di melenzane scure, 4 uova, Sale, Formaggio grattuggiato, Mollica di pane raffermo, Pan grattato, Formaggio filante tipo scamorza.

Lavare bene le melenzane e tagliarle a cubetti, poi metterle a bollire. Scolarle e farle raffreddare per bene e, quando saranno ben fredde, aggiungere la mollica di pane inumidita sotto l’acqua, le uova, il sale e il formaggio.

Impastare ben bene, e se necessario, per far indurire un pò l’impasto aggiungere altra mollica di pane o del pan grattato. Dare la forma allungata a cilindro tipica di queste polpette, e inserire all’interno un cubetto di scamorza, poi richiudere sigillando bene.

Friggere in abbondante olio ben caldo le polpette, e far asciugare bene su della carta assorbente. Sono buonissime calde, ma vi consiglio di provarle anche fredde!

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.