Ciambellone dolce, detto “panettone”

A casa mia molto spesso i nomi delle cose vengono cambiati in altri, e credo questa sia un vizietto tipico dei campani.

Questo preambolo serve per spiegare il fatto che a casa mia il classico ciambellone da colazione si chiama “panettone” e io prima di andare a studiare fuori l’ho conosciuto sempre e solo così, e tale è rimasto.

La ricetta di questo panettone-ciambellone è un classico della mia infanzia, e la ricetta è della mia prima adorata baby sitter, la cara Giuseppina, e nonostante la lontananza che ci separa ci è rimasta nel cuore con tutte le sue ricette.

panettone

Per realizzarlo servono:

400 gr di farina, 350 gr di zucchero, 200 gr di burro, 4 uova, 1 bicchiere di latte, 1 bustina di lievito, Cacao amaro

Il procedimento è semplice quanto lo sono gli ingredienti.

Con le fruste elettriche montare le uova intere con lo zucchero finchè diventano chiare e spumose. Far sciogliere il burro a bagnomaria o nel microonde e aggiungere alle uova, alternandolo con la farina.

Aggiungere poi il latte, amalgamandolo a poco a poco con un cucchiaio per non far schizzare via tutto, e il lievito vanigliato setacciato.

Imburrate e infarinate una teglia da ciambellone (quella con il buco al centro).

Se desiderate ottenere il ciambellone marmorizzato a questo punto versate la metà dell’impasto nella teglia. Aggiungete alla metà restante il cacao, setacciandolo con un colino e mescolando accuratamente. Quando il cacao sarà stato ben assorbito, aggiungere l’impasto a cucchiaiate su quello bianco, senza schiacciare.

Cuocete in forno caldo a 180 gradi per mezz’ora- tre quarti d’ora. Per verificare la cottura fate la prova stecchino (io uso un semplice spaghetto, se infilandolo dentro l’impasto risulta essere bagnato, la torta non è ancora pronta).

Far raffreddare e servire spolverizzato con dello zucchero a velo. E’ ottimo nel latte!

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.