Caponata siciliana

La caponata siciliana è una variante più ricca della tipica caponata di melanzane, che comprende anche i peperoni e le patate, verdure fritte insaporite da una salsa agrodolce arricchita con capperi  e olive.

E’ di certo un po’ laboriosa da preparare, con le verdure da friggere singolarmente, ma essendo un piatto che si deve consumare freddo è possibile suddividere le varie fasi della preparazione durante la giornata.

Accompagnare con tanto buon pane.

Caponata siciliana

Ingredienti:

3 melanzane
4 patate grosse
1 cipolla
4 peperoni
2 coste di sedano

4 pomodori
capperi sott’aceto e delle olive verdi

Preparazione:

Sbucciare le melanzane e le patate, lavare e ripulire i peperoni. Tagliare tutte le verdure a listarelle più o meno della stessa misura. Mettere le melanzane in uno scolapasta col sale. In una padella capiente con abbondante olio di semi di girasole cominciare col friggere le patate, scolarle quando sono dorate e salarle; tenere da parte. Passare a friggere, usando lo stesso olio, le melanzane, sciacquate e strizzate. Mettere da parte anche queste. Friggere anche i peperoni. Nel frattempo in un altro tegame far rosolare la cipolla affettata e il sedano, tagliato a rondelle, aggiungere qualche cucchiaio d’acqua e far cuocere 10 minuti. Sbucciare e tagliare i pomodori, dopo aver tolto i semi, unire al soffritto di cipolla e sedano, salare e cuocere 15 minuti; salare e unire i capperi e le olive snocciolate e affettate.  Cinque minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungere un paio di cucchiaini di zucchero, un bicchierino d’aceto, far evaporare pochi minuti e spegnere. Versare tutte le verdure in una capiente insalatiera e coprire con la salsa agrodolce, far raffreddare completamente prima di portare in tavola.

Precedente Rotolo saporito alla parmigiana Successivo Baccalà al forno