Arrosto ripieno agli spinaci

L’arrosto ripieno agli spinaci è il secondo piatto della festa, quello da fare quando ci sono ospiti, per fare bella figura: gli ingredienti ci sono tutti: gusto e semplicità. La cosa principale è comunque quella di acquistare una carne tenera, possibilmente da un carnezziere di fiducia, tutto il resto è semplice, si tratta di preparare una frittata, lessare gli spinaci e assemblare. Se avete difficoltà a legare l’arrosto seguite questi suggerimenti: tagliate un pezzo di spago lungo poco più del doppio della lunghezza dell’arrosto, legate per il lungo poi tagliate altri pezzi di spago poco più larghi della larghezza dell’arrosto e legate uno alla volta prima a metà e poi via via sempre più distante dal centro, basteranno 5 legature: è pronto. Se ancora non vi sentite capaci, dopo aver arrotolato l’arrosto, incartatelo fermamente nella carta forno, chiudete come una caramella, legando le due estremità e una legatura al centro: quando l’arrosto sarà cotto potrete togliere la carta e rimarrà in forma. Potete accompagnare questo arrosto con delle patate al forno o un purè veloce.

Arrosto ripieno agli spinaci
Arrosto ripieno agli spinaci

Arrosto ripieno agli spinaci

Ingredienti:

800 g di fesa in una fetta stesa
500 g di spinaci
50 g di formaggio grana grattugiato
50 di burro
50 g di mortadella in un pezzo
100 g di pancetta a fette
3 uova
1 bicchiere di latte
olio d’oliva
sale e pepe

Preparazione:

Mondare e lavare molto bene gli spinaci; lessarli per 5 minuti in poca acqua salata, scolarli e tritarli; rosolarli con poco burro, quindi unire metà del formaggio grattugiato. Tritare la mortadella; in una ciotola sgusciare le uova e unire il resto del formaggio e la mortadella tritata, poco sale. Mescolare accuratamente il tutto. In una padella con un filo d’olio versare il composto di uova e friggere da entrambe le parti. Stendere la carne sul piano di lavoro, salare, ricoprirla con le fettine di pancetta, adagiare sopra la frittata, infine cospargere con gli spinaci in uno strato uniforme. Avvolgere la carne su se stessa in modo da fare un rotolo, legare infine l’arrosto con dello spago da cucina, facendo attenzione a chiudere bene le estremità.  In una casseruola adatta, versare del burro e dell’olio e rosolarvi l’arrosto per una decina di minuti, rigirandolo da tutte le parti. Aggiungere il bicchiere di latte e un bicchiere d’acqua, e cuocere coperto a fuoco basso per circa 50 minuti. Togliere dal fuoco e far riposare la carne per circa 5 minuti, quindi eliminare lo spago e affettare.

In un menu di festa questo piatto può essere preceduto da un primo di carne:

Anelletti al forno siciliani

oppure se si preferisce un primo più leggero:

Pennette al forno con mozzarella e pisellini

Precedente Tortino saporito di patate e carciofi Successivo Filetti di merluzzo alla palermitana