Archive of ‘Risotti’ category

Risotto ai gamberi per una serata speciale…. ^_^

By ungiroincucina2

Ecco so che non siamo a San Valentino quindi sto cuore a che pro, ma volevo sentirmi molto romantica l’altra sera, avevo voglia di festeggiare una serata tutta nostra io ed il mio maritino, e devo dire che alla fine ce la siamo goduta, anche se il pensiero della casa rimane e di tutto il suo contorno.
Sono finalmente ritornata nel mio blog, lo avevo abbandonato, il mio tamagochi del cyberspazio stava per tirare le cinghia, ma io come un’eroina dall’impavido coraggio mi batto con il nemico tempo ed eccomi con questo risottino niente male ovviamente a parere mio poi se a voi non piace, potrebbe pure starci! ^_^
Ingredienti:
250 gr di riso Roma;
1/2 cipolla;
2 spicchi d’aglio;
500 gr di gambero fresco sgusciato;
1/2 bicchiere di vino bianco;
1 l di fumetto (con la testa dei gamberi);
1 carota;
1 cipollotto;
1 gambo di sedano;
Prezzemolo;
Olio evo;
Sale e pepe q.b.
In un tegamino mettiamo un litro di acqua, togliamo le teste ai gamberi e poniamole nel tegame, il cipollotto, la carota ed il sedano, facciamo sobbollire il tutto per circa 40 minuti, quando tutto sara cotto, vedrete che le teste avranno perso tutto il loro succoso “dentro” scoliamo il tutto con un apposito filtro io mi aiuto con un colino, e filtriamo l’acqua, in un wok rosoliamo la cipolla e l’aglio con un paio di giri di olio evo, versiamo i gamberi sgusciati, facciamoli rosolare e cuocere per bene, appena pronti mettiamo il riso facciamolo tostare e aggiustiamo di sale, sfumiamo con il vino bianco, continuiamo la cottura versando poco alla volta un mestolo di fumetto, appena cotto lasciamo addensare poco poco il riso e serviamo caldo, una noce di burro per mantecare il tutto potete pure usarla, e anche una bella spruzzatina di prezzemolo e una bella spolverata di pepe appena macinato divertitevi ^_^

Risotto con carciofi e carote

By ungiroincucina2

Voglio scappare, in un mondo lontano, dove non ci sono politici, banchieri, presidenti, e dittatori!!!
Domenica tocca a me, tocca a me decidere, e certamente non cambiare l’Italia, ma esprimere un voto che possa o debba per la legge di Murphy, restituirmi tanto quanto.
Ma che mi restituisce?..Tanti punti di sospensione!!
Ci sono quelli che ti promettono: Restituiremo L’IMU, e l’imposta della prima casa, recuperando i fondi svizzeri.! Ah! e p.s. Faremo il Ponte sullo stretto!!!! PRRRRRRRR.
Ci sono quelli che ti dicono: Siamo andati in recessione, ma vi garantiamo che con il 2013 le cose cambieranno….!!! Ah! però Non garantiranno la legge sulle coppie di fatto e adozioni a coppie gay….BENE!
Ci sono quelli che ti affondano il coltello nella piaga: Siamo senza lavoro, è colpa Sua, siamo in crisi profonda, è colpa Sua, (intanto il presidente  del Monte dei Paschi indagato..e speriamo vada in galera), in tutto questo già chiudono alcune filiali..e la gente se n’è va a casa.
Ci sono quelli che impongono Panza e Presenza: Non conoscono la parola Democrazia, ma intanto ottengono proseliti e piazze piene..(siamo o no tanti pecoroni)
E poi lasciamo stare i minori: Giudici, vecchi Giornalisti senza titolo accademico…etc etc etc etc etc etc etc!
Alla fine della fiera, a chi devo votare?..
Bhè ho abbastanza le idee chiare, e sono sicura che sceglierò il male minore!
Ingredienti:
2 Limoni
4 Carciofi;
2 Carote;
250 gr di Riso Arborio;
1/2 cipolla;
1/2 bicchiere di vino bianco;
1 l di Brodo;
Olio evo;
1 noce di burro;
60 gr di parmigiano reggiano grattugiato;
Sale e pepe q.b.
Cominciamo con il pulire i carciofi, riempiamo una ciotola di acqua e e spicchi di limone, leviamo le foglie esterne, tagliamo le punte delle foglie, e puliamo la parte bassa con un coltellino, tagliamo a metà puliamo con un coltello a punta se c’è un po’ di barbetta, prepariamo gli spicchi e poniamoli nell’acqua e limone. Tagliamo le carote e tocchetti.
In una padella facciamo soffriggere la cipolla, aggiungiamo le carote , ed i carciofi scolati, saltiamo per bene, magari aggiungiamo un mestolo di brodo, appena il brodo si sarà asciugato, versiamo il riso e facciamo tostare, sfumiamo con il vino bianco facciamo evaporare e proseguiamo la cottura aggiungendo poco alla volta due mestoli di brodo, appena il riso sarà abbastanza al dente, spegniamo e mantechiamo il tutto con la noce di burro ed il parmigiano..^_^ Buon venerdì..

ANDATE A VOTARE E SCEGLIETE DI ESSERE LIBERI!

Risotto solito e insolito del Recipetionist di Gennaio

By ungiroincucina2

Anche questo mese mi ritrovo a mettermi in gioco con il contest della mia Flavia e stavolta credo di aver esagerato proponendo il risotto solito ed insolito in versione Finger Food, non ditemi niente lo so in partenza che è meglio non provarci più ma almeno una volta nella vita ci devo provare oppure no?  E poi pazienza se il risultato non è entusiasmante…..ma almeno…..
E poi ho scelto questa ricetta per un motivo ovvio, adoro Parigi e ci sono stata parecchie volte anch’io, ed ogni volta è come la prima, senza contare di Torino, che mi ricorda i tempi in cui io e mio marito ancora fidanzati trascorrevamo il fine settimana  pur di stare insieme….e per me sono ricordi ancora vivi, e se mi doveste guardare in questo momento vedreste i cuoricini nei miei occhi…..
Ingredienti :
300 gr di Riso Arborio;
100 gr Funghi porcini congelati;
2 l di Brodo vegetale ho usato due dadi..
1 cipolla dolce;
1 bicchiere di vino rosso;
100 gr di Provola ragusana;
200 ml di Latte;
Pizzico di noce moscata;
1 bustina di Zafferano;
Olio evo;
Scaglie di mandorle;
Sale e pepe q.b.
1 noce di Burro.
Intanto  prepariamo il brodo portando ad ebollizione l’acqua con i dadi, rosoliamo la cipolla in una padella, aggiungiamo i funghi tagliati, facciamoli rosolare e sfumiamo con il vino aggiungiamo un mestolo di brodo e lasciamo cuocere a fuoco lento, appena pronti aggiungiamo il riso facciamo tostare e cuociamo mettendo di tanto in tanto un mestolo di brodo evitando di farlo attaccare sulla padella, finita la cottura mettiamo il burro e lo facciamo mantecare, lo zafferano. Togliamo dal fuoco. Per al fonduta facciamo sciogliere a fuoco lento il formaggio nel latte aggiungiamo la noce moscata e  versiamola poi sul riso è una goduria…ah proposito PICCOLA LICENZA NON HO MESSO I TUORLI NELLA FONDUTA COSì COME IN REALTA’ PREVEDEVA LA RICETTA ORIGINALE…..^_^

Risotto alla Zucca.

By ungiroincucina2

Zucca direttamente raccolta dall’orto bio di mio suocero…..il sapore è dolce, delicato profumato io di così buone non ne ho mangiate mai…..
Ingredienti per 3 persone :
200 gr di Zucca gialla;
240 gr di riso per tutte le ricette (così potete utilizzarlo anche per fare arancini, o insalata di riso, etc etc..)
50 gr di Parmigiano reggiano grattuggiato;
1/2 Cipolla rossa;
Olio evo.
1 bicchiere di Vino rosso
Per il brodo
1 l di acqua;
1 rametto di sedano;
1 Carota;
1 Cipolla;
1 rametto di prezzemolo.
Allora se volete andare in maniera molto sbrigativa munitevi dei Dadi Knorr, Star..insomma fate vobis….e il brodo lo fate con quelli…
In una padella antiaderente tritate la cipolla e fatela appena appena rosolare con l’olio evo, ma non fatela cucinare troppo in quanto se aggiungete un mestolo di brodo lei continua la sua cottura decisamente più leggera e in questo modo diventa pure più digeribile, dopo aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino fatelo evaporare e cominciate ad aggiungere poco alla volta un mestolo di brodo, e aggiungete il brodo solo quando quello precedente si sarà asciugato, mediamente per una completa cottura ci vogliono circa 15 minuti…e poi sbizzarritevi con le scuole di pensiero di chi dice che il risotto va servito asciutto, o mantecato, che debba avere la giusta umidità sbattendo leggermente il fondo del piatto  esso debba adagiarsi..insomma fate vobis pure in questo caso , in cucina siamo noi che decidiamo cosa mangiare e come farlo….^_^


RICETTA DEL RECIPE-TIONIST DEL MESE DI OTTOBRE

By ungiroincucina2

Oggi come promesso posto questa ricetta liberamente tratta dal Blog http://deliciousmeggy.blogspot.com/
mi è saltata subito all’occhio anche perchè il risotto in tutti i modi e in tutte le combinazioni possibili l’adoro….l’unca licenza che mi sono presa è stata quella di non mettere il salmone difficilmente reperibile, per il resto è “papale papale” alla ricetta madre, con l’aggiunta di un pizzichino di peperoncino, nella foto purtroppo la scorza di limone non si vede benissimo in quanto lìho amalgamata nel risotto, chiedo scusa a Meggy ma avevo dimenticato di aggiungerla dopo……
Ingredienti per tre persone :
Fumetto, anche in polvere aggiunto in acqua
1/2 cipolla;
160 gr di Filetti di tonno sgocciolati;
Una noce di burro;
Prezzemolo;
1/2 bicchiere di vino bianco
Peperoncino;
Olio evo
Nella padella rosolare la cipolla con il burro e un filino di olio evo aggiungere il riso farlo tostare, aggiungere il tonno e continuare e terminare la cottura con il fumetto d pesce, avendo cura di mescolare sempre, servire caldo con il prezzemolo tritato, la scorza di limone e quel pizzichino di peporincino che non guasta mai..^_^
 
Con questa ricetta partecipo al contest “The recipe-tionist” di ottobre del blog “CuociCuciDici” di Flavia:
 
http://cuocicucidici.blogspot.com/2011/09/recipe-tionist-di-ottobre-e.html