Archive of ‘Antipasti di pesce;’ category

Polipo alla vinagrette di limone #ricettaveloce

By ungiroincucina2

polipo alla vinagrette2

Buongiorno e buon sabato, oggi vi lascio una #ricettaveloce,  Il polipo alla vinagrette di limone ed erba cipollina.
Il polipo è fresco e non è congelato quando dopo la cottura le sue ventose si appiccicano al piatto, questa  è la prova del nove, se non dovesse succedere andate dal vostro pescivendolo e restituiteglielo. ^_^
 
Ingredienti;
2 kg di polipo;
250 gr di Gambero rosso;
2 carote;
Un bel mazzettto di prezzemolo;
Un altro bel mazzetto di erba cipollina
sale e pepe q.b.;
Scorza di limone non trattato a piacere
Per la vinagrette:
il succo di mezzo limone, e Olio extravergine d’oliva
 
Allora per prima cosa puliamo il polipo giriamogli la testa, (anche se può sembrare schifoso ma è una cosa che si deve fare, a meno che non vi piacciano le interiore e allora potete cuocerlo insieme), priviamolo delle interiora,  portiamo ad ebollizione l’acqua in una pentola abbastanza grande e non appena l’acqua bolle immergiamolo e riusciamolo dall’acqua almeno 3 volte, alla terza volta immergiamo definitivamente e cuociamo, i tempi di cottura sono vari ma vi accorgerete che è pronto quando infilzando la forchetta essa affonda tutta,  a me piace al dente, altrimenti cuocetelo di più. Fatelo raffreddare.
Intanto prepariamo la vinagrette, in una ciotola spremiamo il limone versiamo l’olio a filo, sbattiamo veloce con la forchetta e lasciamo da parte.
Appena freddo tagliamolo a tocchetti, puliamo le carote, tritiamo il prezzemolo e l’erba cipollina, condiamo il polipo con la vinagrette aggiungiamo la scorza di limone!
 Consiglio??? Mangiateci taaaaaaaaaanto pane ^_^
 polipo alla vinagrette
 

Cozze in crosta ed è già passato un anno

By ungiroincucina2

Buongiorno miei cari oggi è una giornata un po’ così, iniziata con una sensazione di tristezza, è una settimana strana, l’operazione alle schiena di papà, il mio anniversario da quel famoso test di gravidanza positivo, insomma strana, intensa, profonda, nostalgica, preoccupante, volta alla conclusione di un anniversario di fidanzamento eh si perchè domenica io e mio marito sono 13 anni che stiamo insieme, e bhè senza di lui chissà come sarebbe stata la mia vita, adesso mi sento molto forte accanto a lui accanto alla mia piccolina, ma chissà cosa sarebbe accaduto se io ad agosto avessi pensato solo a me, sarei stata egoista, non avrei potuto farlo, nè per per la mia piccolina nè per il mio unico e grande amore della mia vita.
Mi piace pensare però che grazie anche a questo blog e a come sia cresciuto proprio da agosto, io mi sia ripresa, per tutte le persone che mi sono state vicine che mi hanno confortato e aiutato a superare momenti davvero davvero davvero difficili.
Ingredienti:
1.5 Kg di cozze pulite;
500 gr di Mollica di pane;
1 mazzetto di prezzemolo;
1 spicchio d’aglio,
5-6 pomodorini;
2 uova sbattute;
Olio evo
Olio di semi;
Sale e pepe q.b.
In una casseruola poniamoci le cozze adagiamola sul fuoco e facciamole schiudere, loro perderanno la loro acqua che dovremmo sapientemente conservarla, filtrarla con un colino dal diametro dei fori molto piccolo  e metterla da parte.
Nel frattempo in una terrina mettiamo la mollica, il prezzemolo tritato finemente, l’aglio idem, i pomodorini tagliati a dadini piccolini, aggiustiamo di sale e pepe un filino di olio evo,  aggiungiamo l’acqua di cottura delle cozze pulita e filtrata e ammorbidiamo per benino il composto con le mani, deve uscire fuori l’impasto di una polpetta, morbido e lavorabile, sbattiamo le uova, scaldiamo l’olio di semi con un filino di olio evo in una padella molto grande e dal fondo largo, riempiamo le cozze con l’impasto passiamole nell’uovo sbattuto e friggiamole a fuoco lento, appena la panatura si sarà “crostata” scendiamole e serviamole caldissime.
P.S. Non c’è bisogno che vi dica che io ne metto giù almeno una ventina.. ^_^

Polpette di “Nannato” Novellame

By ungiroincucina2

Buongiorno a turuturutti.!! .come state?? da una settimana manco…!! ma com’è possibile tutto ciò??? come…???
Insomma capite bene che in questo momento la testa è altrove e immaginate dove…! ora mi preoccupano tantissime cose: mutui, piano regolatori, terreni agricoli, insomma quanto più ne ha ne metta, ma io mi sono innamorata, mihhhhhhhhhhhh,  io ho conosciuto la casa dei miei sogni, mihhhhhhhhhhhhhhh, ma perchè sembra così lontana??  perchè è così inafferabile???  ma poi che faccio di male??, lo so non faccio altro che tediare voi e chi mi sta accanto,  devo risolvere la situazione il più presto possibile sennò divento pazza, e faccio impazzire chi mi sta vicino! e voi che leggete i miei post che hanno tutti lo stesso argomento :-p!
Come avete passato la festa del papà? Per noi è stato bellissimo perchè la nostra piccolina per la prima volta è riuscita a recitare a memoria tutta la poesia al suo papà dedicata ed è stato oltre che davvero emozionante, “consapevolizzante”, si siamo consapevoli che è cresciuta, e sta crescendo davvero bene! Per queste polpette di novellame la mia crescente ne ha fatte fuori 8..e vi ho detto tutto!
Ingredienti:
500 gr di novellame (non lavato)
2 uova intere;
80 gr di parmigiano reggiano grattugiato;
1 bel ciuffetto di prezzemolo;
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di farina (per aiutare il composto a renderlo un po’ piu denso)
Olio di semi di arichide per friggere e 2 cucchiai di olio d’oliva.
In una ciotola poniamo tutti i nostri ingredienti incorporiamoli per bene, nel frattempo in una padella riscaldiamo l’olio e con l’aiuto di un cucchiaio, che sarà il nostro misurino, (per far venire fuori polpette che abbiano tutte bene o male le stesse dimensioni), adagiamo un pochino di impasto, friggiamole in abbondante olio caldo e serviamo caldissime ^_^ divertitevi .

Crocchette di Sgombro

By ungiroincucina2

Buongiorno, anzi buonasera oggi è una di quelle giornate così..cominciate con una sensazione di aria nuova, ma consapevole che non cambierà nulla, consapevole che in questo schifo dovrò starci, ma almeno c’è di nuovo che sabato vado a vedere finalmente una casa che per inciso finalmente dopo 8 anni di affitto, e 6 traslochi mi spetta per diritto acquisito..!! Sta cosa non mi fa dormire più, una paura allucinante ma un desiderio di piantare radici inesauribile, i traslochi che ho fatto in otto anni mi hanno rovinato mobili e conto in banca, sarebbe giusto arrivato il momento che le cose in una certa misura si assestassero.
Ingredienti:
250 gr di Filetti di sgombro sott’olio;
10 olive nere greche;
1 cipolletta fresca;
50 gr di Parmigiano reggiano grattugiato;
1 Uovo;
80 gr di Pangrattato;
Sale e pepe q.b.
Olio di semi d’arachide per la frittura.
In una ciotola tagliamo i filettini di sgombro, le olive, poi aggiungiamo il parmigiano, l’uovo ed il pangrattato, ed infine la cipolletta, aggiustiamo di sale e pepe,  impastiamo per bene,l’impasto vi risulterà abbastanza compatto, qualora invece si presentasse molto morbido aggiungete più pangrattato, formate delle palline, riscaldiamo l’olio di semi di arichide appena pronto immergetele  e servitele calde, buona cena ^_^