febbraio 2014 archive

Versione dolce di strudel con fragole e noci per MTC

By ungiroincucina2

Come potevo non gareggiare anche con la versione dolce?
Infatti ho cercato una valida alternativa al classico strudel con le mele, e ho partorito questa ideuzza, anche qui non posso prolungarmi moltissimo ho da portare delle cosucce nella nuova casa, maledico IKEA e tutti i soldini che mi sta facendo spendere :-p
Dunque mia cara MARI hai creato un mostro
Ingredienti
Per la sfoglia
150 g di farina 00
100 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale
Per il ripieno
400 g fragole
50 g di noci sgusciate
6 cucchiai di zucchero di canna
20 g di scaglie di cioccolato al latte
due cucchiai di pangrattato
Per la salsa
6 fragole mature
2 cucchiai di zucchero di canna

Cominciamo con il preparare la sfoglia, ho seguito alla lettera la ricetta di MARI
Scaldate l’acqua, deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente, aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete l’impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa mezz’ora.
In una terrina mettiamo le fragole, le noci lo zucchero di canna, ed infine il cioccolato ed il pangrattato, amalgamiamo tutti gli ingredienti e mettiamo da parte.

Stendiamo la sfoglia come ha spiegato MARI
Mettete una tovaglia pulita (possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone, sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l’impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante, cominciate a tirarla verso l’esterno facendola girare ogni tanto e facendo attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una sfoglia quadrata di circa cinquanta centimetri per lato. Siccome i bordi saranno rimasti un po’ più spessi, passate con le dita lungo tutta l’estremità della sfoglia tirando la pasta per assottigliarla. 

Versiamo gli ingredienti  spolverizziamo con dello zucchero a velo ed arrotoliamo

Rivestiamo di carta forno una teglia ed inforniamo a forno già caldo 180° per circa 35 minuti o comunque fino a doratura.
Nel frattempo che aspettiamo che si freddi, frulliamo le fragole con lo zucchero e adagiamo la salsa sul fondo del piatto, poniamo le fette di strudel e spolverizziamo con abbondante zucchero a velo.

Strudel al pesto di carciofi speck e stracchino per MTC

By ungiroincucina2

E ci siamo ho finalmente finito di incastolare le ultime cosette, dovendo partecipare alla sfida mi servivano tutti gli strumenticoli del caso quindi ho pensato partecipo all’MTC  e subito a finire il benedettissimo trasloco.
Sapete ho un pochino di tristezza nel cuore, lascio questa città che mi ha dato tantissimo, dove la mia piccolina ha avuto tantissime persone che l’hanno coccolata e amata, proprio come avrei fatto io, ed ora mi rendo conto che per lei sarà difficilissimo dover ricominciare una nuova scuola, avere nuovi compagnetti, nuove maestre, poi la guardo e mi rendo conto che è una bambina fortissima e riuscirà ad integrarsi ad essere nuovamente spensierata.
Non mi prolungo moltissimo passo subito alla ricetta di questo mese, intanto devo dire un GRAZIE enorme a MARILASAGNAPAZZA, perchè non appena ho letto che la ricetta sarebbe stata lo strudel sono impazzita, saltavo dalla gioia, io adoro veramente lo strudel è ovvio che non conoscevo questa ricetta, io l’ho sempre fatto con la sfoglia o con la frolla, ed invece  si è dimostrata di una versatilità allucinante, da questo momento in poi sarà davvero difficile dovere farne a meno, sopratutto per la facilità con cui questo impasto si prepara!
Ingredienti:
Per la sfoglia
150 g di farina 00
100 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale

Per il ripieno
500 g di carciofi
120 g di speck
300 g di stracchino
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
2 rametti di prezzemolo
sale e pepe q.b.
4 cucchiai di Olio evo
Per la salsa di pomodoro
500 g di pomodorini pachino
1 spicchio d’aglio
3 Cucchiai di olio evo
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero

Cominciamo con il preparare la sfoglia, ho seguito alla lettera la ricetta di MARI
Scaldate l’acqua, deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente, aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete l’impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa mezz’ora.
Prepariamo il ripieno
Puliamo i carciofi e sbollentiamoli per circa 10 minuti, scoliamoli e poniamoli in una terrina, aggiungiamo il prezzemolo, sale e pepe, il parmigiano, l’olio e frulliamo il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Nel frattempo stendiamo la sfoglia come ha spiegato MARI
Mettete una tovaglia pulita (possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone, sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l’impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante, cominciate a tirarla verso l’esterno facendola girare ogni tanto e facendo attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una sfoglia quadrata di circa cinquanta centimetri per lato. Siccome i bordi saranno rimasti un po’ più spessi, passate con le dita lungo tutta l’estremità della sfoglia tirando la pasta per assottigliarla. 

Versiamo il pesto di carciofi, lo stracchino ed infine lo speck avvolgiamola nel panno di cotone chiudiamo le estremità con dello spago per cucina

Facciamo cuocere in abbondante acqua bollente per circa 20 minuti.

Intanto prepariamo la salsa di pomodoro. In un tegamino mettiamo i pomodorini tagliati con lo spicchio d’aglio e lasciamo cuocere, il sale e l’olio, e non scordatevi lo zucchero (come diceva mia nonna serve a togliere l’acidità al pomodoro)  appena saranno pronti versiamo il tutto in una terrina e frulliamo e mettiamo da parte, appena lo strudel sarà pronto srotoliamolo, facendo tantissima attenzione a non bruciarvi, tagliamolo a fette larghe, ma aspettate che si freddi non abbiate l’impazienza che ha avuto la sottoscritta non appena ho cominciato a tagliarlo si è frantumato, probabilmente devo anche aver messo troppo ripieno :-p, quindi serviamo.
Con questa ricetta partecipo alla sfida dell’MTC  di febbraio