marzo 2013 archive

Polpette di “Nannato” Novellame

By ungiroincucina2

Buongiorno a turuturutti.!! .come state?? da una settimana manco…!! ma com’è possibile tutto ciò??? come…???
Insomma capite bene che in questo momento la testa è altrove e immaginate dove…! ora mi preoccupano tantissime cose: mutui, piano regolatori, terreni agricoli, insomma quanto più ne ha ne metta, ma io mi sono innamorata, mihhhhhhhhhhhh,  io ho conosciuto la casa dei miei sogni, mihhhhhhhhhhhhhhh, ma perchè sembra così lontana??  perchè è così inafferabile???  ma poi che faccio di male??, lo so non faccio altro che tediare voi e chi mi sta accanto,  devo risolvere la situazione il più presto possibile sennò divento pazza, e faccio impazzire chi mi sta vicino! e voi che leggete i miei post che hanno tutti lo stesso argomento :-p!
Come avete passato la festa del papà? Per noi è stato bellissimo perchè la nostra piccolina per la prima volta è riuscita a recitare a memoria tutta la poesia al suo papà dedicata ed è stato oltre che davvero emozionante, “consapevolizzante”, si siamo consapevoli che è cresciuta, e sta crescendo davvero bene! Per queste polpette di novellame la mia crescente ne ha fatte fuori 8..e vi ho detto tutto!
Ingredienti:
500 gr di novellame (non lavato)
2 uova intere;
80 gr di parmigiano reggiano grattugiato;
1 bel ciuffetto di prezzemolo;
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di farina (per aiutare il composto a renderlo un po’ piu denso)
Olio di semi di arichide per friggere e 2 cucchiai di olio d’oliva.
In una ciotola poniamo tutti i nostri ingredienti incorporiamoli per bene, nel frattempo in una padella riscaldiamo l’olio e con l’aiuto di un cucchiaio, che sarà il nostro misurino, (per far venire fuori polpette che abbiano tutte bene o male le stesse dimensioni), adagiamo un pochino di impasto, friggiamole in abbondante olio caldo e serviamo caldissime ^_^ divertitevi .

Cous Cous alla verdure per il Recipe di Marzo

By ungiroincucina2

Buongiorno, che giorno eh! Questa settimana si è prospetta niente male, ci sono tutti  i presupposti per scegliere finalmente la casa dei nostri sogni, ma ci sono dei limiti che dobbiamo assolutamente risolvere e poi chissà forse sarà tutta nostra. Ragazzi sono seria non ci dormo più non so più come fare, ho già dato altri soldi d’affitto e ogni volta penso a quanti soldi ho regalato, ma vabbè eravamo in una fase transitoria, senza dubbio, ma si doveva passare, ma che emozione che ho…
Con questa ricetta si riparte con il recipe-tionist stavolta è il turno della mia farfallina  la quale è stata nominata da me medesima, e devo dire che la sua torta di mele era meravigliosa, quindi non potevo eleggerla nella rosa dei cinque.
Io ho scelto il cous cous ( precotto), lo so io di origini Trapanesi… ma… avevo una curiosità di provarlo e l’ho fatto, risultato? Ottimo e gustoso.
Con questa ricetta partecipo al Recipe-Tionist della mia EliFla

Ingredienti:
500gr di Cous cous precotto
500gr di  acqua
3 peperoni
2 melanzane piccole
aceto balsamico a occhio
2 cucchiaini di zucchero
1 cipolla piccola
IO ho tolto le polpette perchè l’ho fatto di venerdì chissà se sono in concorso ^_^

Tagliate a pezzettini la melanzana (sbucciata ma lasciate qualche strisci di buccia) e mettele in acqua salata con un piatto sopra (in modo che rimangano a mollo). Nel frattempo lavate tagliate i peperoni a pezzettini. Friggeteli. mettete a soffriggere la cipolla tagliata sottile. Nella stessa cipolla mettete l’aceto e lo zucchero, lasciate cuocere appena e poi unite cipolla e salsina alle melanzane e peperoni.Nel frattempo avrete messo a bollire 500g di acqua. Appena bolle mettete subitoo il cous cous e chiudete con il coperchio. lasciate circa 5 minuti, poi apreite mettete l’olio, circa 3-4 cucchiai e con una forchetta mescolate, in modo da sgranarlo. Mettete il condimento. ^_^

Crocchette di Sgombro

By ungiroincucina2

Buongiorno, anzi buonasera oggi è una di quelle giornate così..cominciate con una sensazione di aria nuova, ma consapevole che non cambierà nulla, consapevole che in questo schifo dovrò starci, ma almeno c’è di nuovo che sabato vado a vedere finalmente una casa che per inciso finalmente dopo 8 anni di affitto, e 6 traslochi mi spetta per diritto acquisito..!! Sta cosa non mi fa dormire più, una paura allucinante ma un desiderio di piantare radici inesauribile, i traslochi che ho fatto in otto anni mi hanno rovinato mobili e conto in banca, sarebbe giusto arrivato il momento che le cose in una certa misura si assestassero.
Ingredienti:
250 gr di Filetti di sgombro sott’olio;
10 olive nere greche;
1 cipolletta fresca;
50 gr di Parmigiano reggiano grattugiato;
1 Uovo;
80 gr di Pangrattato;
Sale e pepe q.b.
Olio di semi d’arachide per la frittura.
In una ciotola tagliamo i filettini di sgombro, le olive, poi aggiungiamo il parmigiano, l’uovo ed il pangrattato, ed infine la cipolletta, aggiustiamo di sale e pepe,  impastiamo per bene,l’impasto vi risulterà abbastanza compatto, qualora invece si presentasse molto morbido aggiungete più pangrattato, formate delle palline, riscaldiamo l’olio di semi di arichide appena pronto immergetele  e servitele calde, buona cena ^_^

Arrosto di maiale al latte

By ungiroincucina2

Domenica, giornata ricca, tempo di riposo, ma anche di quaresima, tempo di starsi a casa dopo una settimana che ti rompi..”il di dietro”, e quindi quale migliore occasione se non darsi ai fornelli, visto che durante gli altri giorni l’arrosto non hai tempo per farlo. Quindi bando alle ciance o ciancio alle bande, vado subito alla ricetta, anche perchè c’è parecchio da scrivere e non possiamo star qui mica a pettinare le bambole ;-p..
Ingredienti:
2 Kg di Arrosto di Maiale;
1 Lt di Latte intero;
1 Cipolla;
2 Gambi di sedano;
5 carote;
1 bicchiere di vino bianco;
Olio evo;
1 Dado;
Sale e pepe q.b.;
Circa 5 foglie di alloro.
Tagliamo a dadini sia le carote che il sedano e sminuzziamo la cipolla, in un’ampia casseruola mettiamo due giri di olio evo aggiungiamo, il dado, la cipolla, il sedano e le carote e facciamo rosolare per bene, appena saranno ben rosolate, poniamo delicatamente l’arrosto e facciamolo rosolare in tutta la sua interezza, facendo attenzione a non tostarlo troppo.

Sfumiamo con il vino bianco, appena l’alcool sarà evaporato incorporiamo il latte, copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere per circa 2 ore e mezza a fuoco lento, l’arrosto sarà cotto internamente quando infilzando un stecchino uscirà del liquido bianco, altrimenti se fosse ancora crudo uscirebbe del liquido rosa.
Non appena sarà abbastanza cotto, usciamolo dalla casseruola, scoliamolo per bene, adagiamolo su di un tagliere e lasciamo raffreddare per un’altra ora come minimo, dopodichè togliamo la rete, e tagliamo delle fette dello spessore di circa mezzo cm, adagiamo su di un piatto da portata. Tutto quello che rimane nella casseruola possiamo frullarlo e poi adagiarlo caldo sopra le nostre fette di arrosto, oppure (come ho fatto io) non frullarlo e adagiare comunque sopra il tutto. ^_^