settembre 2012 archive

A mio marito il pollo piace così: Straccetti di polli con uva passa e olive nere

By ungiroincucina2

Ieri sera mi chiama mio marito e mi dice:” faccio tardi!” e quindi non possiamo uscire a fare la spesa insieme, e io rispondo :” ma ho un sacco di cose da comprare”!!. 
E lui :” Eh Lo so ma non posso farci niente..!” 
Quindi siccome poi alla fine anche se ero molto arrabbiata perchè mi aveva lasciata sola mi ha intenerito dicendo che per cena avrebbe voluto il pollo come “piace a lui”, allora ho ceduto a parte che mi sono ritirata a casa tardissimo, a parte che non ci vuole niente a farlo, a parte che viene squisito, alla fine l’ho mangiato anch’io..nonostante  a me non piaccia moltissimo il pollo.
Ingredienti per due persone:
4 fette di petto di pollo tagliate sottili;
1/2 cipolla;
100 gr di Uva passa ammollata;
8 olive nere;
1 bicchiere di vino bianco;
3 cucchiai di Olio evo;
Sale e pepe q.b.
Erba cipollina a piacere.
In una padella grande soffriggiamo la cipolla con l’olio e facciamo attenzione a non bruciarla, 
adagiamo gli straccetti e lasciamoli rosolare, appena rosolati sfumiamo con il vino bianco, lasciamo evaporare, aggiungiamo l’uva passa e le olive lasciamo assaporare e sposare i sapori, aggiustiamo di sale e pepe, togliamo dal fuoco e spolveriamo con erba cipollina. Serviamo caldo, anche perchè il pollo freddo perde la sua croccantezza..e perde soprattutto  moltissimo di sapore. ^_^

Rotolo alla nutella

By ungiroincucina2

Non avevo idea che per questa ricetta ci volesse davvero pochissimo tempo per prepararla, e soprattutto visto che sono stata invitata ad una cena ho preferito portare qualcosa della quale ero sicura visto che la padrona di casa ama moltissimo la nutella, così ho pensato al rotolo di nutella che è “porcarioso” dal punto di vista della dieta, ma  vi giuro non ho sgarrato neanche un po’..e quindi non l’ho mangiato! Ma a detta degli altri ospiti e soprattutto di mia figlia era molto buono..la scrivente ha preferito evitare….. :-( mia nonna diceva sempre se “bella vuoi apparire devi soffrire.”.e vabbè ma tutta sta sofferenza però….! sarà ma comincio a pensare che forse non ne valga poi tanto la pena.

Ingredienti:

 5 Uova;
140 gr di Zucchero;
1 bustina di vanillina
100 gr di Farina 00;
10 gr di Miele
Dividete i tuorli dagli albumi  e sbattete i tuorli per almeno 10 minuti assieme a 90 gr di zucchero e al miele e alla vaniglia fino a che non diventino chiari e molto spumosi. 
Montate gli albumi a neve non troppo ferma  assieme al restante zucchero, quindi unite i due composti con una spatola senza smontarli . Aggiungete la farina setacciata molto delicatamente ed amalgamatela.
Stendete l’impasto su di un foglio di carta forno e livellatelo con una spatola piatta e liscia fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. Infornate in forno statico già caldo a 220° per 6-7 minuti non di più; la superficie del dolce deve diventare appena dorata e non dovrete mai aprire il forno che tratterrà al suo interno l’umidità. Estraete la pasta biscotto dal forno, toglietela immediatamente dalla teglia, poggiandola con tutta la carta forno su di un piano. Spolverizzate subito la superficie della pasta biscotto con dello zucchero semolato, servirà a non farla appiccicare e chiudetela immediatamente con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati  in modo che la pasta biscotto, raffreddandosi, trattenga al suo interno tutta l’umidità che servirà a renderla elastica e l’aiuterà a piegarsi senza creparsi. Quando la pasta biscotto sarà fredda togliete la pellicola, farcitela con quello che preferite io ad esempio l’ho farcito con la nutella e poi l’ho arrotolato.

Il recipe-tionist di EliFla….Eccoci…ricomincia la sfida

By ungiroincucina2

E’ una di quelle cose delle quali io resto letteralmente alibita, in tutte le parti d’Italia alla fine fatela come  volete, si cucina allo stesso modo, ora vuoi che le verdure fritte siano un ottimo contorno o un ottimo secondo o un ottimo antipasto esse vengono cucinate e basta,e ci si può sbizzarrire in tutti i modi. Del resto le melenzane, (è cosa risaputa da me non mancano mai) , si prestano a moltissime specialità.
Questa ricetta l’ho scelta nello Zibaldone Culinario è il vincitore del Recipe-Tionist di questo mese…della mia EliFla, non potevo mancare a questo appuntamento, per nessuna ragione al mondo, mi ha fatto distrarre tantissimo e poi ho conosciuto questo blog del quale non avevo idea delle mille ricette che proponosse..quindi eccomi con le Melenzane, che ho anch’io proposto in versione panino.
Ah dimenticavo in questo caso l’ho accompagnato con degli spinaci saltati in padella..che sarà la prossima ricettina light!

Ingredienti:
2 Melenzane viola o di seta;
2 Uova;
150 gr di Farina 00;
150 gr di Mollica di pane;
Mozzarella
80 gr di Parmigiano grattugiato;
Sale e pepe q.b.
Olio di semi di arichide

Tagliamo le melenzane a fette dello spessore di circa 0.5 cm, mettiamo in una scolapasta e cospargiamo di sale e poniamo sopra un peso, facciamo perdere un po’ della loro acqua di vegetazione.
Poi in un ampio tagliere poniamo della carta assorbente, prendiamo ogni singola fetta e lasciamola asciugare, nel frattempo in un piatto sbattiamo le uova, in un altro mettiamo la farina, in un altro la mollica con il parmigiano e procediamo in questo modo; prendiamo una singola fetta e passiamola prima nella farina poi nell’uovo e poi nella mollica  e adagiamo le fette su di un  piatto da portata, e procediamo per il resto, mettiamo l’olio a scaldare in un’ampia padella antiaderente, friggiamo le melenzane,  appena cotte scoliamole facciamo assorbire l’olio in eccesso su carta assorbente, e disponiamo le fette di mozzarella su una fetta e ricopriamo con un’altra fetta di melenzana, inforniamo a circa 200° e serviamo caldissime..vi assicuro sono una delizia, ma potete anche evitare di passare al forno..se volete potete gustarle anche appena fritte.

Orecchiette con sminuzzatura (Cime di Brocoletti)

By ungiroincucina2

E’ la stagione dei broccoletti, quelli appena iniziati, quelli che spuntano non appena il tempo rinfresca, quelli che ci danno tutto il sapore dell’inverno appena iniziato, e non è una caso che io abbia cominciato a cucinarli in tutte le maniere ma sempre mantenendomi nel limite della mia dieta a punti..ecco questo è un piatto che di punti ne ha pochissimi tipo facendo un conto approssimativo ma molto realistico 7…
Ingredienti:
3 Cime di broccoletti ma anche di più o di meno..a seconda di quanti siete a tavole;
4 pomodorini pixel;
1/2 cipolla rossa;
2 cucchiai di Olio evo;
Sale e pepe q.b.
80 gr di Parmigiano grattugiato;
Fate sbollentare le cime di broccoletti in acqua salata scolateli e conservate l’acqua, in un wok tagliate la cipolla finemente ponete le cime tagliate finemente fate rosolare tutto insieme e se vi sembra asciutto il tutto aiutatevi con un mestolo di acqua dei broccoletti, appena rosolati aggiungente i pomodorini finite la cottura coprendo con un coperchio aggiustate di sale e pepe, scolate le orecchiette che avrete fatto cuocere nell’acqua dei broccoletti saltateli in wok e spruzzate di parmigiano..servite caldissimo ^.^.
P.s. Nella provincia Nissena le prime apparizioni stagionali di broccoletti vengono chiamati SMINUZZATURA…ecco perchè ho chiamato questo piatto orecchiette con sminuzzatura…e poi era d’obbligo per due motivi: il primo perchè le cime erano dell’orto di Nonno Totò; ..ed il secondo perchè i pomodorini pixel…erano anche  del Nonno Totò… -.- il mio suocerino bello….un bacio a presto
Eh meno male che c’è Nonno Totò…
P.s. Nella ricetta delle parmigiana  le melenzane sono di Nonno Nuccio…il mio paparino bello…
Eh meno male che sti nonni….fanno anche gli ortolani……ahahaahha

Torta di Mele di mia nonna…ma di Ginestra e il Mare è più buona….

By ungiroincucina2

Non riguarda la dieta a punti..è un fatto a sè…in questo momento ho solo voglia di azzannare tutti i dolci che mi capitano a tiro…! ora per non farmi del male…e comunque continuare a dare udienza a quella maledetta dieta…mi sono regalata questa torta di mele, che al dire vero mia nonna faceva ma che la mia amica Alessandra di Ginestra e il Mare fa meglio..^_^  oh e quando si deve dì…se dice…..
Così è stata divorata..nel vero senso della parola..ed io non ne ho fatto a meno…chissà perchè..poi mi chiedo..
Ingredienti:
per teglia da 24 cm di diametro;
3 tuorli;
3 albumi;
250 gr di zucchero di canna o normale;
250 gr di farina OO;
100 ml di olio di semi;
120 ml di latte;
4 mele golden;
1 bustina di lievito per dolci;
la scorza di limone non trattato
1 punta di cucchiaino di cannella.
L’ho presa tale e quale per come l’ha scritta lei…non cambiate una virgola PLEASE…^_^
“Sciogliete il lievito nel latte tiepido, sbucciate e affettate sottilmente le mele, montate i tuorli con lo zucchero e la scorza di limone, quando saranno spumosi aggiungete la farina alternandola con il latte e l’olio, in ultimo la cannella in polvere. Montate a neve gli albumi con mezzo cucchiaino raso di sale, incorporateli al composto di tuorli. Preriscaldate il forno a 170°, imburrate e infarinate una teglia dal cerchio apribile (la mia era di 26 cm di diametro), versate una parte dell’impasto, coprite con uno strato sottile di mele tutte la supeficie, versate il rimanente strato di impasto e coprite con le mele, disponendole a raggiera, spolverizzate dello zucchero e della cannella sopra. Infornate per almeno 50 minuti fate sempre la prova stecchino
Rimane morbida per giorni.”

Straccetti di manzo per la dieta a punti da due settimane iniziata

By ungiroincucina2

Non ci volevo credere quando mia cognata mi ha detto:” provala che in sei settimana ho perso circa 6 kg…” mi chiedevo ma è vero..ma è mai possibile..tutto ciò?…Allorquando fossi capace di portare a termine qualcosa, ultimamente come si è visto non lo sono molto, direi che questa è una di quelle che porterei a termine molto volentieri anche perchè non ho la necessità di pesare necessariamente quello che mangio, e per di più non ho il divieto di usare i grassi, certo le quantità si sono notevolmente ridotte, e anche i grassi ad onor del vero, ma  mi aiuta molto sapere che per qualsiasi cosa io abbia intenzione di mangiare c’è un punto appropiato,. e quindi ecco un limitato senso di sfogo alla fantasia ma esiste quanto meno lo sfogo,…ecco questo credo sia importante, e quindi mi ritrovo già con circa 1.5kg in meno…sarà la dieta.., sarà che porto ancora ahimè i resti di una “storia” finita piuttosto male, ma in ogni caso dei risultati li sto notando e mi permetto di dire non solo io!
Quindi credo conosciate tutti gli straccetti di manzo io li propongo nella mia versione piuttosto “light” punti appropiati circa, per lo meno, su per giù: 8 
Ingredienti:
350 gr di Fesa di Lacerto tagliata per carpaccio;
1 Mazzetto di rucola;
10 pomodorini pachino;
Olio evo 1 cucchiaio;
2 spicchi d’aglio
1 bicchiere di vino bianco.
Sale e pepe q.b.
In una padella mettiamo l’olio gli straccetti, stracciati, gli spicchi d’aglio, facciamo rosolare per circa e non di più 5 minuti, aggiungiamo una tazza di acqua calda, facciamo evaporare, sfumiamo con il vino bianco e serviamo sul letto di rucola e pomodorini, possibilmente serviamo caldo…^_^ Ce lo so troppo light..ma per adesso questo passa il convento,  mi sono alzata dal tavolo appena finito di cenare e fame non ce n’era nemmeno l’ombra!

Aggiornamento di stato 2

By ungiroincucina2

C’è un obbligo, il dovere di informare chi mi segue…e soprattutto, il dovere di rendermi conto che la vita va avanti!
IL 27/08/2012, sopravvivo a quella che sarebbe stata per me una drammatica esperienza, per chi mi dice che prima o poi dimenticherò, bhè mi sento di dire che non sarà così, ma mi sento obbligata nei confronti di MIA FIGLIA e nei confronti di MIO MARITO a continuare ad andare a avanti…dopottuttto non ci sono solo io, anche se il pensiero di non avere più il mio piccolino che giorno dopo giorno cresceva e che credevo stesse bene continua incalzante  nella mia testa!
Non riesco a non pensare al giorno in cui ho dovuto lottare per metterlo al mondo, e sapere con estrema consapevolezza che non avrei MAI POTUTO ABBRACCIARLO, perchè la “SELEZIONE NATURALE” così come la chiamano tutti aveva fatto il suo devastante CORSO!…ha pensato a tutto “lei” senza interpellarci, senza chiederci il permesso, come se non fossimo padre e madre….
Sono ritornata al lavoro, con gli stessi buoni propositi che mi ero fissata di portare a termine già il 27/08 quando rientrai con un mese in più e con una bozza di pancetta..già evidente!
Ma invece…!!!
Rieccomi…con un senso di vuoto e angoscia..che ancora c’è..e non vuole lasciarmi….ma ci sono e come dicono tutti questo è importante!