EL POLPETTON….

By ungiroincucina2

E’ un piatto dal sapore domenicale, un piatto di quelli che personalmente preparo quando devo mettere d’accordo i gusti di tutti, e sono sicura che piace a tutti, e un piatto estremamente versatile perchè in alternativa alla pancetta si può usare lo speck ed in alternativa ai carciofi i funghi…o altro….e per questo che lo posiziono tra le ricette tradizionali, perchè il polpettone a casa mia ha un retrogusto di ricordi..mia nonna Santina accompagnava il polpettone con le patate fritte ma non era lei a friggerle ma mio nonno!….ahahhah che ridere..si metteva un cannovaccio sulle spalle, si armava di padella ed olio..e friggeva quantità industriali di patate…ed il primo di noi nipoti che si avvicinava al piatto pieno di patate fritte…con un cucchiaio di legno faceva saltare le mani…ahahhah non era violenza….ahahah voleva solo che le patate arrivassero a tavola…ma morale della favola..non ci arrivavano mai….e mio nonno restava imbrociato…e noi tutti lì a ridere…perchè le nostre pancie erano già sazie….
Ingredienti:
500 gr di macinato di carne;
100 gr di parmigiano reggiano;
5 fette di pan carrè:
100 ml di latte;
200 gr di pan grattato;
3 uova;
erba cipollina q.b.
sale e pepe q.b.;
150 gr di pancetta o lardo;
4 carciofi;
1 spicchio d’aglio
150 gr di fette sottili di formaggio filante.
Olio evo
Prepariamo in una ciotola tutti gli ingredienti ad esclusione della pancetta del formaggio filante e dei carciofi  impastiamo per benino, e lasciamo riposare in frigo per almeno 2 ore.
Nel frattempo puliamo i carciofi come in questa ricetta, rosoliamoli nella padella con uno spicchio d’aglio rigorosamente in camicia, aggiustiamo di sale e  non appena saranno pronti lasciamo raffreddare. In una teglia prepariamo il nostro primo strato del polpettone, adagiamo i carciofi, il formaggio filante e chiudiamo con la restante parte di carme e bagniamoci le mani e cerchiamo di chiudere il polpettone con le mani umide verso la parte bassa chiudiamo con le fette di pancetta copriamo con la carta alluminio ed inforniamo a 240° a forno caldo per circa 20 minuti, passati i quali toglieremo la carta alluminio e faremo tostare leggermente…
Consiglio utile…cuciniamo questa ricetta magari non appena il caldo si deciderà ad allentare la sua morsa….^_^ e potete immaginare perchè! 

Comments are closed.