febbraio 2012 archive

Champignon al forno

By ungiroincucina2

Per questo piccolissimo antipasto che mio marito adora…ho eseguito e sfruttato tutto quello che avevo  a casa eccetto i funghi..che li ho comprati! Vabbè anche le altre cose le ho comprate..ma ion generale si trovano già nel frigo!
Ingredienti:
4 funghi belli tondi Champignogn
250 gr di prosciutto cotto a dadini;
100 gr di Mollica di pane;
80 gr di Parmigiano reggiano grattuggiato;
Prezzemolo;
2 Cipolline fresche;
1 bicchiere di vino rosso;
Olio evo 
Sale e pepe q.b.
Leviamo dai funghi il gambo laviamolo e tritiamolo, svuotiamo i funghi con l’aiuto del coltello a punta e la parte interna tritiamola e mettiamola da parte, nel frattempo in un’ampia padella facciamo soffriggere appena appena la cipollina fresca, aggiungiamo la parte dei funghi che abbiamo tritato con il coltello,  lasciamo rosolare aggiungiamo il prosciutto a dadini , aggiustiamo di sale e pepe, continuiamo la cottura e poi sfumiamo il tutto con un buon bicchiere di vino rosso; lasciamo cuocere per altri 10 minuti, togliamo dal fuoco e aggiungiamo la mollica il prezzemolo tritato il parmigiano e giriamo e amalgamiamo il  tutto  ed infine riempiamo i nostri funghetti. In una teglia rivestita di carta forno adagiamo i funghi e spolveriamo con del parmigiano, una spruzzatina di olio, mezzo bicchiere di vino rosso, ricopriamo con la carta alluminio ed inforniamo a 240° per almeno 30 minuti..^_^

Pitoni al forno messinesi

By ungiroincucina2

Questo piatto è tipico messinese, con un’unica differenza che lo fanno rigorosamente fritto a differenza mia che invece lo faccio al forno per evitare..ingrassaggi…vari ed eventuali..o eventuali sensi di colpa…che mi riconducono ad una finta acidità..per amore di dire….non lo faccio più…
Ingredienti:
1 kg Base per pizza (come in questa ricetta);
2 mazzi Verdura riccia o indivia riccia ;
Formaggio filante tagliato a cubetti;
Sale e pepe
Olio evo.
Nella nostra bellissima ciotola poniamo la verdura riccia e condiamola con il sale, il pepe e l’olio, dopo stendiamo la pasta e con l’aiuto di un piatto ritagliamo un cerchio che porremo sulla teglia ricoperta di carta forno, 

Mettiamoci la verdura, i pezzettini di formaggio filante e richiudiamo

con l’aiuto di una forchetta proseguiamo con il resto della nostra base per pizza
spennelliamo con dell’olio evo, ed inforniamo a forno caldo 240° per circa 20 minuti fino alla doratura
Resta almeno la consapevolezza di aver preparato qualcosa di leggero…con il sogno anche breve di aver mangiato qualcosa di delizioso ^_^

La mia pasta con le lenticchie

By ungiroincucina2

Riaggiorno il post…per uno scopo Fondamentale….17/10/2012 Per la rete in rosa previeni…
Ecco la cucina che vorrei tutta rosa…..
Non ci sono per nessuno, quando ho letto di questo contest…sono rimasta entusiasta, perchè già sapevo cosa dovevo cucinare a fuoco lento..ed erano le lenticchie.
Quando dico che non ci sono per nessuno, lo faccio perchè in fondo per me cucinare le lenticchie è un momento speciale, unico e soprattutto gustarle lo è ancora di più soprattutto nelle giornate di freddo intenso, dove magari ti sei ritirata che fuori diluvia e ci sono  2 gradi…da noi si raggiungono solo queste temperature e vuol dire Freddo!
Io adoro le lenticchie, e la mia piccolina le straama, e mi diverto a vedergliele mangiare,  mi ricordo quando lavoravo a Messina ( da “signorina”) e tornavo a casa da mia nonna la quale per farmi riscaldare mi preparava le lenticchie, oppure i fagioli, o i ceci..o la pasta “cu maccu” insomma i legumi dalla sottoscritta sono adorati..e poi il solo ricordo di mia nonna che mi dice: ” ti piace? com’è venuta la pasta? avevi freddo? ti sei riscaldata?” Bhè…non c’è prezzo a pagarlo…e non c’è nulla che non mi faccia pensare a tutto ciò quando mangio questo piatto di pasta! Ed il silenzio per me è d’obbligo!
Con questa ricetta partecipo alla rete in rosa previeni…nn potevo assolutamente non accogliere questa concezione della prevenzione anche perchè io come tante soffro di Mastopatia..e so cosa significa…il terrore vive in me..e anno dopo anno..mi controllo e paura e tensione sono sempre alte…
Ingredienti:
Lenticchie rosse 200 gr;
2 Mazzetti di sedano;
2 Carote;
1/2 Cipolla
1 Dado vegetale per il brodo.
Sale e pepe q.b.
Olio evo.
La primissima cosa che faccio è quella di pulire le lenticchie con il metodo che proprio mia nonna mi ha insegnato, che poi il più delle volte sono sempre pulite, e cioè verso tutte le lenticchie su un tavolo e piano piano le faccio scorrere in una ciotola cercando di vedere se trovo qualche sassolino…ma davvero ultimamente non ne trovo più. In seguito le verso in un ampio tegame, aggiungo le carote tagliate a dadini, il sedano, la cipolla tritata,verso il brodo caldo  chiudo con un coperchio e faccio cuocere nel fornellino piccolo per almeno 2 ore, però vado sempre lì ad assaggiare ..se si sono cotte….i tempi in realtà non so definirli, perchè la prova assaggio è d’obbligo!

Scolo i ditali  appena appena più al dente, (il tipo di  pasta che tra le altre cose,secondo il mio piccolo parere e soprattutto misero, è la più indicata), li verso nelle lenticchie e finisco la cottura, e da quel momento la pasta si prende di un gusto me ra vi glio so.! Aggiungiamo un filino d’olio crudo..io lo metto solo adesso! ^_^
Con questa ricetta partecipo al contest di Ti cucino a fuoco lento

La base per la pizza

By ungiroincucina2

Per questa base di pizza faccio l’impasto così:
Ingredienti
Farina rimacinata Molino Chiavazza 750 gr;
Farina 00 sempre Molino Chiavazza  250 gr;
1 panetto  di lievito di birra;
800 ml di acqua tiepida;
Olio evo 150 ml.
sale q.b.
In una ciotola molto grande metto entrambe le farine, in un bicchiere graduato metto l’acqua tiepida e faccio sciogliere il panetto di birra, nel frattempo nella ciotola con la farina metto l’olio ed il sale e faccio un buco al centro e comincio a versare l’acqua e impasto con le mani  piano piano aggiungo l’altra acqua e lavoro di olio di gomito…comincio a prendere l’impasto a pugni,  bisogna lavorarlo benissimo dopo mettiamo un pochino di farina in un canovaccio e avvolgiamo l’impasto e copriamo con una coperta…lasciamo lievitare per circa 2 ore..^_^ presto metto le foto della lavorazione completa!

The RecipeTionist di Febbraio

By ungiroincucina2

Mi sono persa nel Recipe Tionist della mia Flavia di Febbraio….mi sono persa, e finalmente dopo aver spulciato pelo pelo tutte le ricette di Mamma Loredanda ne ho trovato una che avrei guarito anche i palati più ostinati e duri, come quello di mio marito, così ho scelto la Cake alla ratatouille, che a mio parere è buonissima specialmente adesso che si sta avvicinando il periodo Pasquale e puoi benissimo portarla alla scampagnata del Lunedì di Pasquetta, tempo bello permettendo.
Ingredienti per la ratatouille:
1/2 Melenzana;
1/2 Peperone;
2 Zucchine;
1/2 Cipolla rossa;
Olio evo;
Sale  e pepe q.b.;
Prezzemolo tritato
 Ingredienti per la Cake;
3 Uova:
180 gr di Farina 00;
80 gr di Parmigiano grattuggiato;
1 bustina di lievito;
Olio di semi di arichide150 ml;
In una padella ho messo tutto dentro, la melanzana tagliata a dadini, il peperone a striscioline, le zucchine alla juliennne la cipolla ho aggiustato di sale e pepe, l’olio evo, ho cotto per circa 20 minuti con un coperchio a fuoco basso, nel frattempo ho preparato l’impasto per la cake.
Ecco la ratatouille pronta
In una ciotola ho messo le uova, la farina, l’olio di semi, il lievito, il formaggio grattugiato ( in sostituzione del pecorino del quale non sono molto amica, mi sono presa la licenza di aggiungere l’olio di semi di arichide in quanto ho notato che l’impasto veniva fuori abbastanza asciutto, in questo modo invece è risultato molto più morbido. Ho lavorato il composto per circa 10 minuti, non appena la ratatouille era pronta l’ho versata nel composto di uova e ho trasferito il tutto in un stampo a ciambella cotto al forno a 180° per circa 30 minuti avendo fatto la prova stecchino dopo circa 25 minuti.
Non vi dico quante porzioni è riuscito a mangiarne mio marito ed io sono rimasta abbastanza soddisfatta! ^_^

Tartufi di Carnevale

By ungiroincucina2

Comincio con il dire che ieri nella dispensa mi sono trovata un Pandoro…eh lo so che c’entra con il carnevale..oppure potreste dirmi ma se fuori…..???? vedi che Natale è passato da due mesi….so anche questo!!! Ma ancora non era scaduto…e da un pochino mi frullava nella testa di consumarlo.. in qualche modo.. poi spulciando e rispulciando tra i blog delle mie amiche e soprattutto in quello della mia Terry  ( che tra le altre cose per festeggiare il suo primo anno da blogger ha indetto un Contest me ra vi glio so, del quale io sono giudichessa…..^_^ e che non vedo l’ora postiate tante ricette….) mi sono imbattuta nei biscotti coloratissimi al cocco, e da lì mi è nata l’idea di sconfenzionare il pandoro e fargli dei tartufi con la crema di Liquore….
Ingredienti
 1 pandoro;
4 cucchiai di crema di liquore;
Farina di cocco;
Coloranti alimentari.
In una ciotola ponete il pandoro a pezzi spruzzate la crema di liquore..e ammorbidite con le mani, preparatevi tante ciotoline non so una per il cocco rosso, una per il cocco verde, una per il cocco blu..etc…e dopo aver formato delle palline passatele nella farina di cocco colorata….mettetele in frigo per qualche oretta….prima di servire….un bacio e BUON CARNEVALE ^_^

Cuori di sfoglia per San Valentino

By ungiroincucina2

 Per la festa di San Valentino quanto amore c’è nell’aria e poi dopo che tuo marito ti ha regalato i biglietti per notre dame de paris..cosa potresti fargli di buono se non i cuori..che lui ama moltissimo soprattutto con  il pesto di cuori di carciofi???
Ingredienti
 Pasta sfoglia già fatta;
4 Carciofi;
250 gr di Granella di pistacchio;
Olio evo;
100 gr  di Olive nere denocciolate;
Sale e pepe 

Puliamo e ricaviamone i cuori come nel link sbollentiamo e lasciamo scolare e raffreddare, nel frattempo ricaviamo i cuori di sfoglia come in questa ricetta che ho copiato di pari pari qui poi ho preparato il pesto di pistacchio e il pesto di carciofi.
Per il pesto di pistacchio ho messo in una ciotola la granella di pistacchio l’olio evo q.b. parmigiano reggiano grattuggiato, sale e pepe e poi con l’aiuto del mix ho frullato tutto.
Per il pesto di carciofi ho messo in una ciotola i cuori di carciofi sbollentati l’olio evo il parmigiano reggiano, sale e pepe, e con l’aiuto del mix anche in questo caso ho frullato tutto.
Ho messo un cucchiaino nelle formine di pesto: un cuore per il pistacchio ed uno per il pesto di carciofi…e poi ho adagiato sopra qualche olivetto tagliato piccolino.  Buon San Valentino a tutti!

Caponatina leggera

By ungiroincucina2

Per questa caponatina non serve affato molto tempo, serve solo tagliare tutte le verdure ed il forno abbastanza caldo..tutto qui..e poi è estremamente facile da preparare.
Ingredienti:
1 melenzana;
1 peperone;
2 patate medie;
4 cucchiai di passata di pomodoro;
Sale e pepe q.b.
Olio evo.
In una teglia mettiamo le melenzane tagliate a cubetti, il peperono tagliato a striscioline, le patate tagliate a dadini, la passat di pomodoro sale, pepe olio evo inforniamo a 240° per circa 40 minuti e servitela anche fredda con un ciueffetto di basilico.^_^
Signore e Signori vi ricordo che faccio parte della giuria di questo magnifico contest….di Terruccia mia partecipate in tanti e vi raccomando qualsiasi compromesso per me che sono giudice è valido ihihiiihihhihh

La STRUNCATURA

By ungiroincucina2

In calabria ho vissuto abbastanza a lungo da rendere le mie papille gustative semiabituate al peperoncino, i ricordi di quegli anni ogni volta che faccio questa primo piatto mi assalgono doverosamente, e con mio marito ricordiamo le nostre passeggiate sul lungo mare di Scilla, i nostri amici che ci portano il pesce vivo fino a casa e lo cuciniamo insieme solo per quell’amore incommensurabile che ci lega fin dai tempi dell’università, le domeniche alla Tonnara di Palmi, e i nostri interminabili traslochi!
Ingredienti :
2 spicchi d’aglio;
tanto prezzemolo;
tanto peperoncino;
qualche cucchiaio di mollica;
qualche cucchiaio di parmigiano reggiano grattuggiato;
Olio evo;
Sale q.b.
In una padella mettiamo gli spicchi d’aglio, il prezzemolo ed il peperoncino, aggiungiamo l’olio evo e facciamo appena appena rosolare, nel frattempo cuociamo la pasta, e aggiungiamo qualche mestolo di acqua  di cottura al nostro condimento, eviteremo in questo modo di sprigionare la vera essenza del peperoncino, ma allo stesso tempo il suo pizzicore risulta gradito e poco aggressivo, spegniamo il fuoco dalla padella.
Scoliamo la pasta saltiamola nella padella ed aggiungiamo sia la mollica che il parmigiano…..divertitevi….ma state attenti alla cottura del peperoncino ihihihihih ^_^

Muffin allo yogurt

By ungiroincucina2

I muffin li faccio spesso per la mia cucciolina, va all’asilo e per merenda le do sempre questi almeno so quello che mangia…
Ingredienti per 18 muffin
3 Uova;

180 gr di Farina 00140 gr di zucchero;
60 gr di Fecola di patate
250 gr di Yogurt bianco cremoso;
Olio di semi 100 ml;
1 bustina di lievito;
1 bustina di vanillina;

In una ciotola sbattiamo le uova aggiungiamo lo yogurt e lavoriamo, poi aggiungiamo l’olio di semi, poi lo zucchero e continuiamo a lavorare, poi aggiungiamo la farina setacciata, la fecola la vanillina, e il lievito e continuiamo a lavorare ed il composto sarà pronto quando alzando le fruste potremo scrivere.  Inforniamo a 180° per 45 minuti facendo sempre la prova stecchino.

1 2