novembre 2011 archive

Mezze penne con zucca e pomodori secchi

By ungiroincucina2

Ieri sera avevo una fame….ODDIO in verità è sempre così, ma ieri sera era ancora più consistente il senso di vuoto che si sviluppa quando ho dei desideri pazzeschi, quindi avevo ancora a disposizione un po’ di zucca e subito è saltata in mente questa ricetta, mia nonna adorata metteva le scaglie di mandorle, io non ho potuto farlo non le avevo a casa :-( AH proposito sono per una cucina salutare e sana quindi i miei ingredienti sono sempre cotti insieme, eccetto ovviamente la pasta!
Ingredienti per due persone :
250 gr di Mezze penne;
150 gr di zucca gialla;
5 pomodorini secchi;
1 Cipollina fresca;
1 dado alle verdure;
Olio evo sale e pepe q.b.
80 gr di Parmigiano reggiano.
Lavate i pomodorini asciugateli con la carta cucina intanto in una bella padella antiaderente mettete l’olio, la zucca la cipollina ed il dado e aggiungente i pomodorini; fate rosolare il tutto aggiungente un bicchiere di acqua calda e continuate la cottura a fuoco lento e con il coperchio, scolate la pasta al dente saltatela in padella e servitela caldissima, e se volete proprio come faceva mia nonna, aggiungete le mandorle tritate……^_^
  

By ungiroincucina2

Che c’è???? avete gente a cena, e non sapete cosa cucinare, magari vorreste cucinare qualcosa di leggero e gustoso allo stesso tempo????.
Ecco un’ideuzza che fa per voi, semplice veloce, e leggera.
Tranquilli che per cominciare non è niente male!
Ingredienti:
1 confezione di pasta sfoglia;
150 gr di Speck;
10 gr di Funghetti sotto’olio;
Parmigiano reggiano.
Preriscaldate il forno a 180° intanto apriamo la sfoglia, adagiamo lo speck, i funghetti, ed il parmigiano reggiano, arrotoliamo e tagliamo a fette spesse all’incirca 1 cm le poniamo nella teglia con la carta forno, ed inforniamo, i tempi di cottura variano cmq la sfoglia è pronta non appena si comincerà a vedere gli strati lievitati……bhè che c’è voluto?????? niente proprio, ihhiiihiihhihihih….

Torta pacco regalo

By ungiroincucina2

Torta di compleanno di mia cognatuzza Paola,
Ingredienti per la base che sarebbe la mia Cake paradise per teglia quadrata di alluminio,
250 gr di burro;
250 gr di zucchero semolato;
10 tuorli, 5 albumi
 300 gr di Farina 00;
200 ml di latte;
1 bustina di lievito
1 fialetta di aroma a piacere.
Nella planetaria facciamo lavorare il burro, i tuorli e lo zucchero per circa 10 minuti, nel frattempo montiamo a neve gli albumi, non appena il nostro composto sarà pronto aggiungiamo la farina setacciata, il lievito e l’aroma e lasciamo lavorare e facciamo cadere piano piano il latte, e continuiamo a lavorare, dopo aggiungiamo gli albumi a neve piano piano cercando di non sgonfiare il composto, imburriamo la teglia infariniamo e inforniamo a 180° per circa 50 minuti, cmq fate sempre la prova stecchino ^_^
L’interno della torta è costituito da tre strati, due crema chantilly e uno di crema ai lamponi….

Fusilloni asparagi e pancetta

By ungiroincucina2

Premesso che nel paese dove lavoro io si vive solo di agricoltura ed edilizia,quindi non possono certo mancare delizie degli orti dei contadini che magari hanno un pezzo di terreno proprio vicino il mio “amatissimo” laboratorio, quindi gli asparagi me li portano fin dentro l’ufficio, e vi dirò di più non mi dispiace affatto anzi!!!!
Ingredienti:
1 mazzetto di asparagi selvaggi
150 gr di pancetta coppata tagliata a dadini;
1 cipollina fresca;
1 bicchiere di vino bianco;
Fusilloni De Cecco che per quanto mi riguarda sono i migliori;
80 gr di Parmigiano reggiano grattuggiato;
Olio evo, sale e pepe q.b.
In un tegame facciamo sbollentare gli asparagi, che avremo precedentemente pulito eliminando la parte più dura con un coltello, nel frattempo in una  padella antiaderente mettiamo l’olio, la cipolla, la pancetta e facciamo rosolare, io come al solito preferisco mettere tutto in crudo, evitando diversi soffritti, il tutto sarà ben cotto se la pancetta diventa appena appena più chiara, scoliamo gli asparagi li tritiamo e li incorporiamo alla pancetta, aggiungiamo il bicchiere di vino sfumiamo, aggiustiamo di sale e pepe, lasciamo cuocere un altro pochino, almeno per altri 10 minuti a fuoco lento, e rigorosamente con il coperchio, scoliamo la pasta saltiamola e se volete aggiungete un altro pochino di olio evo, magari quello di quest’anno che sembra  essere stata un’ottima annata per le olive..
Baci e come diciamo in Sicilia “arricriatevi” ^_^

Baccalà per MTC su letto di pesto di prezzemolo

By ungiroincucina2

Allora eccomi con  un’altra  nuova sfida, ma stavolta di MT CHALLENGE,  mi metto in gioco e mi diverte un sacchissimo, con il baccalà non è stato difficile, perchè a me piace tantissimo e il maritino non disprezza affatto anzi…..e quindi l’ho preparato alla mia maniera, lasciando inalterati i due ingredienti principali e cioè Baccalà e Pomodoro, ma variandone nell’aspetto e soprattutto mettendoci qualcosa di mio che nei miei piatti è difficile che manchi, visto come le mie origini mi portino sempre  a questo..quindi eccomi.
Ingredinenti:
500 gr di Baccalà precendentemente ammollato e per levare il sale in eccesso e farlo rinvigorire;
300 gr di Farina rimacinata;
300 ml di acqua frizzantissima;
150 gr di pomodorini pixel;
bei mazzetti di prezzemolo;
80 gr di mandorle tostate;
3 spicchi di aglio;
80 gr di parmigiano reggiano grattuggiato;
Olio evo; sale e pepe
Olio di semi d’arichide.
Prepariamo la pastella, in una ciotola mettiamo la farina e l’acqua e con una frusta lavoriamo il composto, il quale sarà esatto se sollevando la frusta riusciamo a scriverci, dopo scaldiamo l’olio di semi d’arichide nella friggitrice, nel frattempo scoliamo il baccalà lo passiamo nella pastella e lo buttiamo nell’olio bollente, e giriamo e rigiriamo fin quando la panatura non sarà diventata dorata, ci vogliono mediamente circa 8 minuti, ma il tempo può variare a seconda della grandezza dei pezzi di baccalà, il quale dalla sottoscritta non è stato salato perchè già lo è di suo, e poi con il maritino iperteso evito di adoperare molto sale, comunque, contemporaneamente ho preparato un pesto nella ciotolina del mixer ho messo il prezzemolo, le mandorle, due  spicchi d’aglio, il parmigiano reggiano, l’olio evo e un pizzichino di sale ho frullato il tutto, in una padellina ho scottatto leggermente con un spicchietto d’aglio il sale e l’olio evo i pomodorini ed ho servito il tutto molto caldo, devo dire la verità non mi sbagliavo affatto sulla riuscita del piatto, peccato però di doverlo perforza cucinarlo di sera, difatti le foto non sono granchè e questo mi dispiace tantissimo. ^_^

METTI UNA DOMENICA A PRANZO DA ME….

By ungiroincucina2

Mancava solo il primo di pasta fatto con funghi, salsiccia e pesto di pistacchio che non ho fotografato, mi perdonerete, ma tante volte ma taaaaaaaaaaaaaaaante volte sono trooooooppo distratta, cmq alla fine della fiera è andato via tutto, menomale, almeno…….

Minipolpettone di pollo…della domenica….

By ungiroincucina2

Avete presente quando preparate il polpettone??? ma lo fate con tritato non so di maiale, di vitello, insomma quello che volete, bhe potete decidere di farvelo fare dal macellaio anche di pollo e vi assicuro che il risultato è buonissimo!
Ingredienti.
600 gr di tritato di pollo;
3 uova:
300 gr di pane raffermo;
150 ml di latte
80 gr di parmigiano reggiano;
 1 cipollina fresca;
Pan grattato q.b.
150 gr di prosciutto cotto;
150 gr di formaggio filante a fette;
2 bicchieri di vino bianco
Olio evo,
sale e pepe q.b.

In una ciotola ponetevi il pane raffermo e ammorbiditelo con il latte, aggiungete il tritato, il parmigiano, le uova, il sale la cipollina tagliata piccolina, ed impastate, dopodichè con il pugno della mano fate tante palline di questo composto, di circa 80 gr l’una, ne prendete una e l’appiattite leggermente,  ponetevi mezza fetta di prosciutto e mezza fetta di formaggio filante, prendete un’altra pallina e la ponete sopra la precedente e appiatite  cercate di chiudere a mò di polpettone  e poi passatela nel pan grattato e sistematela in una teglia che avrete precedentemente preparato con della carta forno bagnata e  strizzata, e continuate così finche avrete completato, dopo versate qualche goccio di olio evo e i 2 bicchieri di vino coprite la teglia con la carta alluminio, ed infornare a 200° per circa 20 minuti, ma trascorsi 15 minuti togliete la carta alluminio e fatele leggermente gratinare, ma non troppo altrimenti si asciugherebbero troppo….sono buonissime garantito…^_^

Polpette di Melenzane

By ungiroincucina2

DOMENICA TUTTI DA ME COSA PREPARO…COSA PREPARO….E VAI CHE IERI NON CI POTEVAMO MANCO ALZARE DA TAVOLAAAAAAAAAAAAAA…..
Ingredienti per almeno 10 persone, tanto vanno via che è un piacere:
1 kg di melenzane di seta che per quanto mi riguarda sono le migliori
300 gr di pane raffermo;
80 gr. di parmigiano reggiano;
120 ml di latte;
3 uova grandi;
sale q.b.
Tagliamo a dadini le melenzane, nel frattempo portiamo a temperatura in una friggitrice l’olio di semi, io uso solo olio di semi d’arachide,  buttiamo le melenzane facendo attenzione a non fare schizzare l’olio, poi in una ciotola spezzettiamo il pane, aggiungiamo il latte, le uova, il parmigiamo reggiano. aggiustiamo di sale, appena le melenzane si saranno dorate scoliamole e facciamo asciugare l’olio in eccesso su della carte per cucina, e dopo le mettiamo nel composto di pane giriamo e rigiriamo con le nostre belle manine, come se stessimo preparando le polpette di carne, prendiamo un foglio di carta forno lo bagniamo lo strizziamo e lo adagiamo sulla teglia che abbiamo intenzione di infornare, riscaldiamo il forno a 200° gradi ed inforniamo per circa 20 minuti.
VI GIURO CHE SONO TROOOOOPPPPPPPOOOOO BUONE ^_^

Involtini di pollo dell’ultimo momento

By ungiroincucina2

Ieri sera, in un modo del tutto inaspettato mi è arrivata la notifica su Facebook di una ragazza blogger, la quale mi chiedeva se con questa ricetta avessi voluto partecipare ad un libro ricette, che fosse servito ad
aiutare la  COOPERATIVA SOCIALE GULLIVER ,

essa si occupa di aiutare bambini, anziani e disabili, ma maledettamente in un giorno di Novembre, dove la devastazione, e alluvioni hanno portato via a tutte queste persone una casa dove potessero vivere in tutta serenità e tranquillità,  tutto è cambiato…e quindi anche se con un piccolissimo contributo cerco di aiutarli e cerchiamo anche noi di fare qualcosa per loro, hanno bisogno di noi, adesso giù metterò le coordinate bancarie

Forza facciamo vedere cosa possiamo fare!!
 
Non avevo nessuna intenzione di farli quella sera, ma all’improvviso mi sono vista i broccoli in frigo, le fettine di pollo, il philadelphia, lo speck, e mi sono sentita un po’ Archimede di Paperopoli con Edy che gli si illuminava accanto, ed ho deciso Involtini di pollo….!!!!!!!!

Ingredienti per 2 persone:
200 gr di Petti di pollo a fette;
125 gr di Philadelphia;
200 gr di Broccoletti teneri teneri;
150 gr di Speck;
50 gr di Mollica tostata;
50 gr di Parmigiano grattuggiato:
1 spicchio di aglio;
1/2 cipolla :
Origano
Sale Olio evo
Stendiamo le fette di pollo saliamole, nel frattempo in una padella mettiamo uno spicchio di aglio in camicia, i broccoletti tagliati piccolissimi il sale e l’olio tutto di crudo in crudo e facciamoli cuocere aggiungendo magari un bicchiere di acqua. Appena saranno cotti aggiungete  un spolverata di mollica ed una spolverata di Parmigiano grattuggiato.
Facciamo raffreddare i broccoli;  e nelle fettine di pollo poniamo in successione: il philadelphia, lo speck ed infine i broccoli chiudiamo con dello spago per alimenti, poniamo in una teglia aggiungiamo un filino di olio, un bicchiere di vino, 1/2 cipolla tagliata, spolveriamo con l’origano e ricopriamo con la carta alluminio  ed inforniamo a 200° per circa 15  minuti passato questo periodo togliamo la carta alluminio, e finiamo la cottura per altri 15 minuti…..e poi servite caldi caldi…. ^_^

Risotto alla Zucca.

By ungiroincucina2

Zucca direttamente raccolta dall’orto bio di mio suocero…..il sapore è dolce, delicato profumato io di così buone non ne ho mangiate mai…..
Ingredienti per 3 persone :
200 gr di Zucca gialla;
240 gr di riso per tutte le ricette (così potete utilizzarlo anche per fare arancini, o insalata di riso, etc etc..)
50 gr di Parmigiano reggiano grattuggiato;
1/2 Cipolla rossa;
Olio evo.
1 bicchiere di Vino rosso
Per il brodo
1 l di acqua;
1 rametto di sedano;
1 Carota;
1 Cipolla;
1 rametto di prezzemolo.
Allora se volete andare in maniera molto sbrigativa munitevi dei Dadi Knorr, Star..insomma fate vobis….e il brodo lo fate con quelli…
In una padella antiaderente tritate la cipolla e fatela appena appena rosolare con l’olio evo, ma non fatela cucinare troppo in quanto se aggiungete un mestolo di brodo lei continua la sua cottura decisamente più leggera e in questo modo diventa pure più digeribile, dopo aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino fatelo evaporare e cominciate ad aggiungere poco alla volta un mestolo di brodo, e aggiungete il brodo solo quando quello precedente si sarà asciugato, mediamente per una completa cottura ci vogliono circa 15 minuti…e poi sbizzarritevi con le scuole di pensiero di chi dice che il risotto va servito asciutto, o mantecato, che debba avere la giusta umidità sbattendo leggermente il fondo del piatto  esso debba adagiarsi..insomma fate vobis pure in questo caso , in cucina siamo noi che decidiamo cosa mangiare e come farlo….^_^


1 2