Recensione del matcha biologico Bionova

Posted on Nov 2 2016 - 8:26pm by sugardany

Tempo di pareri personali! Oggi tocca alla recensione del matcha biologico Bionova! 🙂
In realta’ non c’e’ molto da dire, perche’ e’ un ottimo te’ e su internet si trovano tonnellate di informazioni sul matcha. Quindi ho deciso di non dilungarmi in chissa’ quale descrizione sulle proprieta’ e sugli utilizzi e di andare dritti al sodo e alle cose interessanti. 😀

 

Recensione del matcha biologico Bionova

Recensione del matcha biologico Bionova

 

Proprieta’ e caratteristiche

Ricco di antiossidanti, vitamine, proprieta’ benefiche vere o presunte, e’ un un vero toccasana! Quello che molti non sanno e’ che rispetto ad un te’ verde normale e’ moooolto piu’ ricco di caffeina! Infatti, mentre il te’ normale viene infuso nell’acqua e buona parte delle sostanze benefiche rimane nei frammenti di foglia, questo viene “sospeso”. Significa che lo si mescola all’acqua per creare una nuova miscela nella quale la parte solida e quella liquida tenderanno a separarsi (creando ovvero una “sospensione”). In pratica state bevendo polvere di foglie di te’ insieme all’acqua, che sarebbe come masticare una foglia di te’ intera. Questo spiega perche’ il matcha abbia degli effetti molto piu’ evidenti rispetto ai te’ verde normali e perche’ ne sia necessario pochissimo per ottenere un ottimo te’. 🙂

Ordine, arrivo e unboxing

Il matcha e l’attrezzatura (il frustino e una specie di bastoncino\cucchiaino che mi sono dimenticata di fotografare) si ordinano tranquillamente dal sito kefir.it. Nonostante il mio timore per la loro integrita’, il tutto e’ arrivato in un pacco pieno di fiocchi polistirolo per mettere in sicurezza i prodotti. Tutti gli oggetti sono sigillati e, in particolare, il matcha oltre al coperchio a tappo ha una sorta di sigillo con linguetta (tipo l’apertura delle scatolette di tonno), in modo da preservarne il piu’ a lungo possibile le proprieta’.

 

Preparazione

Potete seguire due metodi:
1) quello analogo alla cerimonia del te’, portate sulla soglia dell’ebollizione l’acqua, quindi versatela in una tazza. Bagnate il cucchiaino di bambu’, prendete del matcha, versatelo nella tazza quindi fate 2 giri per mescolare. Adesso prendete il frustino e girate in maniera molto energica per 15 volte disegnando degli 8, concludete disegnando un 6. Servitelo ancora caldo.
2) un metodo piu’ casalingo e meno suggestivo consiste nel portare 100 ml d’acqua sulla soglia dell’ebollizione (80 gradi). Versare l’acqua in una tazza, prendere una puntina di matcha (un grammo) e mescolare per bene affinche’ si eliminino i grumi. Servire ancora caldo.

 

Suggerimenti e parere personale

Rispetto all’aroma, il gusto non e’ fortissimo. Sicuramente maschera il sapore dell’acqua, ma non e’ amaro ne’ dolce e questo gli permette di essere usato in qualsiasi preparazione senza influire troppo sul gusto finale. A me e’ piaciuto molto e gli do’ un bel 8. Non mi spingo oltre perche’ comunque non mi piace che rimanga il fondo. 🙂
Se volete essere sicuri di non avere grumi e di mescolarlo al meglio, usate uno di quei cosini elettrici per fare la schiuma nel latte! Ci mettete un secondo e il risultato e’ assicurato. 🙂
Fate attenzione alla scadenza! Il matcha infatti dura solo pochi mesi anche son la chiusura ermetica! Considerando quanto costa, compratelo se avete intenzione di consumarlo in breve tempo. 🙂
Per qualunque dubbio, ecco il link alla video recensione!