Verza in cassoela o cassoela vegana

Verza in cassoela o cassoela vegana

verze0

Verza in cassoela o cassoela vegana

Con 1 carota, 1 sedano e ¼ di cipolla preparare un brodo vegetale.

verze1

Pulire e preparare la verza prima di tagliarla a strisce da ½ centimetro circa di larghezza.

Una volta tagliata la verza eliminare le parti più dure.

verze2

Prendere la carota, il sedano e la cipolla tagliati a cubetti piccoli per fare un soffritto.

Fate un fondo di verdure del soffritto e fatele imbiondire con il burro in una grossa casseruola.

Aggiungere nella stessa casseruola la verza tagliata a strisce, un paio di pizzichi di sale ed un po’ di pepe (per entrambi la quantità è legata al gusto personale) e fatela appassire.

verze3

Coprire la casseruola con il coperchio e per il momento lasciar cuocere a fuoco medio/basso con la sola acqua rimasta dal lavaggio sulle foglie della verza.

Quando le foglie cominciano ad appassire un po’, unire il brodo fino a coprirle.

verze8

Se si desidera in questa fase è possibile aggiungere del seitan per simulare la parte “carnivora” della cassoela vera e propria.

Ricordarsi di fare sempre degli straccetti irregolari strappati con le mani e non dei pezzi tagliati a coltello del seitan, questo aiuta l’insaporimento del seitan stesso.

Appena riprende il bollore aggiungere il concentrato di pomodoro quanto basta per dare un po’ di colore alle verza ed in contemporanea il mezzo bicchiere di vino rosso.

A questo punto cuocere per un’ora e mezza a fuoco medio/basso, deve sobbollire lentamente.

Controllare la cottura di tanto in tanto per verificare se raggiunto il livello ed il sapore desiderato.

verze9

 

 

 

Precedente Funghi pleurotus al forno Successivo Ragù vegano al pomodoro