Finto Filetto di Pesce al Tofu in Acqua di Pomodoro

Si fa presto a dire chef su instagram

Finto filetto di pesce al tofu in acqua di pomodoro

  • Difficoltà:Media
  • Porzioni:4

Ingredienti

  • Tofu 1
  • Farina di Kamut® 60 g
  • Pomodori colori vari q.b.
  • Patate viola 2
  • Lemongrass q.b.
  • Alga nori 2 foglie
  • Sale e Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

  1. Con questa ricetta potrete ingannare la mente, e anche la vista! Ho realizzato un filetto di pesce, completamente vegan, a base di tofu. Una ricetta molto gustosa in acqua di pomodoro, lemon grass e crostini di farina di kamut!

  2. Comincio col preparare l’impasto con la farina di kamut, un pizzico di sale, olio evo ed acqua. Ne faccio una pallina, la avvolgo nella pellicola e la metto in frigorifero.

  3. Dei pomodorini ne prendo 4 o 5 e li taglio a metà, padellino con un filo di olio evo, pizzico di sale, pepe e del lemon grass. Purtroppo non ho trovato quello fresco ma quello utilizzato secco ha comunque un buon sapore.

  4. Lascio cuocere per qualche minuto finchè i pomodorini non perdono la loro acqua, se non è sufficiente vado ad aggiungere dell’acqua ma proprio poca.
    Quando tutto pronto e cotto a puntino, via di mixer e frullo il tutto. Lo passo con un colino a maglia fine in modo da tenere solo la parte liquida.

  5. Prepariamo ora il tofu in modo tale da mascherarlo e farlo sembrare (in qualche modo per la parte visiva) un filetto di pesce con tanto di pelle.
    Del panetto tagliamo una fetta alta poco meno di un centimetro, dalla fetta quadrata ricaviamo poi una sorta di triangoli ma senza una punta precisa

  6. Prendiamo un foglio di alga nori, appoggiamo il tofu tagliato e lo facciamo aderire per bene e tagliamo l’alga con un coltello, lama lunga e liscia. Faremo il taglio premendo per bene la lama e non facendola scorrere altrimenti l’alga si romperà tutta.

  7. Mettere a bollire una pentola d’acqua e cuocere la patata viola per una mezzoretta circa, dovrà essere ne troppo dura ne troppo molle che poi si disfa tutta.
    Per cuocere ed insaporire per bene il tofu andremo a simulare una cottura sottovuoto a bassa temperatura. Dico simulare perché non avendo la macchina per il sottovuoto ho preso una pentola ed ho portato a bollore dell’acqua, a questo punto abbasso la fiamma fino a far raggiungere una temperatura intorno ai 60 gradi.
    Posizionare il tofu in un sacchetto per surgelati, tagliare a metà 4 o 5 pomodorini, aggiungere del lemon grass, pizzico di sale e qualche goccia di olio evo. Sigillare il sacchetto facendo uscire l’aria il più possibile ed immergerlo nell’acqua calda facendolo cuocere per circa una mezzora.

  8. Nel frattempo prendiamo il nostro impasto e staccando delle palline più piccole andiamo a stendere la pasta e creiamo dei dischi da 15/20 cm circa, padellino bello caldo, pochissimo olio e cuociamo questa sorta di piadina/tortilla, facciamola bruciacchiare un pochino da entrambi i lati e mettiamola da parte a raffreddare

  9. Prepariamo per bene tutti i nostri elementi e cominciamo ad impiattare per dare anche un bell’aspetto al piatto oltre al sapore che è sicuramente molto buono.
    I pomodorini che togliamo dal sacchetto non saranno completamente sfatti, possiamo quindi togliere la pelle che risulta essere fastidiosa in bocca e li utilizzeremo anche come guarnizione.

    Cosa resta da dire … buon appetito 🙂

  10. Ringrazio la rivista WeVeg per aver scelto anche questo mese una delle mie ricette

    WeVeg Magazine

Note

Piatto ottimo per chi segue dieta vegana, vegetariana e per chi è intollerante al lattosio.

Precedente Burger di quinoa con caviale di melanzane Successivo Cucchiaio di Brisèe con Formaggio e Fichi alle 2 Consistenze

Lascia un commento