Sugo alla puttanesca

Il sugo alla puttanesca è eccezionale per condire la pasta, una salsa dal sapore molto forte e salato, non si sa di preciso da dove derivi il nome, pare comunque che questa salsa sia di origini partenopee.

Sugo alla puttanesca

 

Il sugo alla puttanesca si sposa bene con qualsiasi pasta, vi è la versione partenopea che prevede anche l’origano ma non l’acciuga, e la versione romana, senza origano ma con l’acciuga. E’ un sugo che più roba ci si mette e più saporito viene, quindi abbondate con acciughe (non sa affatto di pesce), capperi ed olive, magari mettete meno sale. Io l’ho assaggiato la prima volta in un bar ristorante a Roma, era da tanto che mi ripromettevo di farlo ma non mi ero mai decisa. Poi ho visto che sia mio marito che il suo ospite hanno detto che era squisita, anche io l’ho assaggiato ed ho sentito che era eccezionale.

Riguardo al nome davvero insolito di questa ricetta, pasta alla puttanesca, o sugo alla puttanesca, ci sono diverse teorie, ma  la versione più verosimile a me sembra quella che racconta che  fu l’architetto Sandro Petti ad inventare sia il piatto che il nome negli anni ’50: una sera, durante una cena tra amici non aveva nulla da offrire ed un ospite gli disse “ma dai Sandro, è tardi, abbiamo fame, dove vuoi che andiamo … facci una puttanata qualsiasi” .

Sugo alla puttanesca

 

Sugo alla puttanesca

per 2 porzioni:

gr 200 di passata di pomodori pelati

1 pugno di capperi salati

50 gr. di olive nere denocciolate

2 filetti di aggiughe sott’olio oppure pasta di acciughe

1 spicchio d’aglio

Olio d’oliva q.b.

Prezzemolo tritato q.b

Peperoncino e sale q.b.

Per preparare il sugo alla puttanesca fate soffriggere lo spicchio d’aglio in una padella con poco olio d’oliva, poi eliminate l’aglio e mettete i pomodori, poi le olive, i capperi e le acciughe schiacciate oppure la pasta d’acciughe, fate restringere pochi minuti, poi aggiustate di sale e di peperoncino.

Cuocete la pasta prescelta al dente poi scolatela e ripassatela in padella con il sugo, impiattate ed in ultimo guarnite con prezzemolo tritato.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Zuppa di pollo cinese Successivo Pollo alle mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.