La vignarola

image

Ancora una ricetta a base di verdure, verdure di stagione, naturalmente.

In questo periodo siamo invasi da carciofi e fave, aggiungiamo i piselli, i cipollotti freschi e la lattuga e magicamente abbiamo realizzato la vignarola.

E’ un piatto semplice, povero, ancora della tradizione contadina romana, non a caso si chiama vignarola e non vignaiola :-).

Mi e’ venuta l’idea parlando con un mio amico che mi aveva suggerito di prepararla con i suoi prodotti ma non li ha mai portati e non e’ stato difficile trovarli.

Gli ingredienti sono facilmente reperibili in tutti i mercati ed e’ facile trovarli a km zero.

Quindi:

2 bei carciofi mammole,
Due cipollotti freschi,
300 grammi di fave,
300 grammi di piselli,
Un cespo di lattuga romana,
Tre cucchiai di olio evo,
Peperoncino e sala qb.

Privare i carciofi delle foglie esterne piu’ dure, spuntarli e lasciarli in acqua acidula, sgranare le fave e i piselli, pulire i cipollotti e tagliarli a pezzi, pulire la lattuga e ridurla a listarelle.

Tagliare i carciofi a spicchi.

In un tegame fare fare appassire la cipolla nell’olio, appena sara’ trasparente aggiungere i carciofi e la lattuga; far cuocere dieci minuti e aggiungere la fave e i piselli, se necessario aggiungere acqua tiepida; regolare il peperoncino e salare.
Cuocere per una ventina di minuti finche la verdure non saranno tutte morbide.

Servire cala ma buona anche tiepida con crostoni pane.

Se volete renderla piu’ saporita potete, insieme alla cipolla far rosolare della pancetta a dadini; io preferisco la versione vegetariana.

Precedente Ceci piccanti al pomodoro Successivo Crostata di ricotta e mascarpone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.