Tris di cereali in giallo

Tris di cereali in giallo, perché!? semplicemente perché gli ingredienti principali sono la zucca e la curcuma, che renderanno questo piatto completamente giallo.

image

Ho fatto incetta di curcuma, da quando ho scoperto le molte proprietà e anche per il suo sapore speziato e intenso, è entrata a far parte dei miei ingredienti preferiti insieme allo zenzero.

Se vi piace questa ricetta, di seguito la lista  degli ingredienti necessari per la sua realizzazione:

320 grammi di cereali, un mix di riso, orzo e farro,

una piccola cipolla,

tre cucchiai di olio evo piu’ due per mantecare e un cucchiaio per stufare la zucca,

300 grammi di zucca,

brodo vegetale,

un cucchiaino di curcuma,

rosmarino,

sale qb.

Iniziamo il procedimento pulendo la zucca, priviamola dei semi e dei filamenti, tagliamola a cubetti e teniamola da parte.

Prepariamo il brodo vegetale, anche di dado, altrimenti con carota, sedano e cipolla, manteniamolo sempre caldissimo.

In una padella ripassiamo la zucca con un cucchiaio di olio, un pezzetto di cipolla e un trito di rosmarino,

Facciamola stufare qualche minuto, giusto il tempo di farla insaporire.

Prepariamo un trito con la cipolla e facciamola imbiondire in con tre cucchiai di olio nella pentola dove cuoceremo i cereali.

Versiamo i cereali e lasciamoli tostare cinque minuti.

Versiamo il brodo, man mano che occorre e lasciamo assorbire.

A metà cottura aggiungiamo la zucca, mescoliamo e continuiamo ad aggiungere brodo all’occorrenza.

Regoliamo di sale, mantechiamo con due cucchiai di olio.

Prendiamo la curcuma, sciogliamola in mezzo bicchiere di brodo e versiamo il liquido incorporando bene.

Togliamo dal fuoco, lasciamo riposare il tris di cereali in giallo, pochi minuti e serviamo.

Se prendete il mix di cereali già pronti, non è necessario tenerli a bagno ma se invece si prepara il mix in autonomia, suggerisco di tenere il farro a bagno almeno un paio d’ore affinché possa avere lo stesso tempo di cottura del riso e dell’orzo.

 

 

 

 

Precedente Brutti ma buoni Successivo Torta di mele e mascarpone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.