Tagliolini al tartufo

 

image

Un primo piatto su cui ci sarebbe ben poco da dire….. prezioso per la presenza di questo ingrediente così importante e semplice, al punto che risolverebbe un pranzo importante organizzato all’ultimo minuto.

Unico handicap che non è proprio economico, però per una volta dai…..magari non prendiamo quello bianco di Alba, preziosissimo e carissimo, ma un buon tartufo nero non ha nulla da invidiare.

A me, a dire il vero lo hanno regalato e figuriamoci se mi lasciavo scappare l’occasione di preparare questi tagliolini al tartufo.

image

Ho scelto i tagliolini perché, secondo me, la pasta fresca raccoglie meglio i sapori degli ingredienti, specialmente, come nel caso del tartufo, ingredienti che vengono aggiunti a fine cottura.

dunque per 500 grammi di tagliolini freschi che si possono sostituire con 350 grammi di spaghetti,

40 grammi di tartufo,

2 spicchi di aglio,

abbondante olio extravergine di oliva,

sale qb.

Portiamo a bollore abbondante acqua salata, nel frattempo scaldiamo l’olio in una padella dove salteremo i tagliolini, con l’aglio che toglieremo appena sarà imbiondito.

Buttiamo i tagliolini e  versiamo un mestolo di acqua di cottura nella padella.

Scoliamo al dente la pasta, versiamola nella padella e saltiamola un minuto.

Grattugiamo il tartufo con una grattugia a maglie larghe e una parte distribuiamolo sulla pasta saltandola.

image

Serviamo immediatamente e spolveriamo su ogni piatto il resto del tartufo.

 

Precedente Semplicemente..... torta al cioccolato Successivo Vin brûlé

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.