Suppli’

image

 

Quando preparo il risotto , solitamente, ne cuocio un po’ di piu’ cosi’ finisce che se rimane si va di suppli’.

in questo caso il riso e’ stato preparato ad hoc ma perche’?  Questa estate passata ho avuto tanti pomodori da sugo, quindi ho preparato una certa quantita’ di barattoli da conservare.

Avendo tolto parecchio liquido durante la cottura del pomodoro, mi dispiaceva buttarlo,così ci ho preparato il risotto per i supplì.

Immaginate quale sapore può venir fuori facendo cuocere il riso nel succo dei pomodori, piuttosto che l’acqua.

Ho cotto un chilogrammo di riso per 3 litri di succo.

Ingredienti ulteriori:

3 cucchiai di olio extravergine di oliva,

una piccola cipolla,

sale qb,

peperoncino a piacere,

100 grammi di parmigiano grattugiato,

4 uova,

mozzarella, 500 grammi circa,

pangrattato,

olio per friggere.

Una volta preparata la base con olio e cipolla tritata facciamo tostare il riso, versiamo il succo di pomodoro caldo e lasciamolo cuocere.

Regoliamo di sale e aggiungiamo e un pizzico di peperoncino a proprio gusto.

Togliamo dal fuoco piuttosto al dente e facciamolo raffreddare mettendo la pentola in acqua fredda.

image

Incorporiamo nel riso le uova e il  parmigiano grattugiato, mescolando bene.

Tagliamo a pezzetti la mozzarella.

Appena il riso sarà freddo formiamo i classici suppli’ mettendo all’interno un pezzetto di mozzarella, chiudiamo bene e passiamoli nel pangrattato cercando di stringerli bene, se necessario ripetiamo l’operazione.

Portiamo a temperatura l’olio, io utilizzo la friggitrice, e cuociamo i supplì.

Se vogliamo vederli filare mangiamoli caldi.

Nel caso fossero in abbondanza e li vogliamo conservare, disponiamoli su un vassoio e congeliamoli in piano, una volta congelati mettiamoli in un sacchetto e tiriamoli fuori al momento di consumarli.

Tuffiamoli nell’olio bollente dopo un’oretta che li abbiamo tirati fuori dal freezer.

image

 

Precedente Gnocchi con radicchio e mozzarella Successivo Caprese al limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.