Sciroppo di more

imageAltro bellissimo frutto che ci regala questa, che dovrebbe essere, la bella stagione.

Le more, nel nostro territorio sono un’istituzione e ogni anno si vede gente che perte dai paesi limitrofi e a frotte le vengono a raccogliere, a proposito, sapete che le more sono protette e che piu’ di un chilo non se ne possono raccogliere?

Comunque lo sciroppo di more non l’ho fatto con quelle selvatiche, che ancora sono indietro, bensi’ con quelle coltivate che mi ha fornito terrabassa.

Io ho iniziato il percorso partendo dalle more spremute.

In realta’ una volta raccolte e lavate si mettono a bollire in una pentola, si fanno cuocere per 30 minuti e poi si passano con il passaverdure eliminando tutti i semini che nelle more coltivate, essendo grande il frutto, sono grandi anch’essi e molto duri.
image
Una volta ricavato il succo, si prepara la % di zucchero.

Per un litro di succo 700 grammi di zucchero.

Ho preparato 1,5 litri di succo quindi 1 chilogrammo di zucchero che ho messo a bollire, ho aggiunto la buccia grattugiata di un limone e ho portatao a ebollizione protraendola per 20 minuti.
image

Trascorso questo tempo ho versato lo sciroppo in barattoli, piu’ gestibili delle bottiglie per la conservazione.

Lo sciroppo di more resta piu’ denso rispetto agli altri sciroppi, se si volesse una composizione piu’ liquida bisognerebbe passare alla centrifuga ma lper quanto mi riguarda preferisco cosi’ anche perche’ in questo modo si puo’ diluire all’occorrenza.

Si pu

Precedente Fettuccine al pesto, patate e fagiolini Successivo Pizza arrotolata con melanzane, mozzarella e pomodoro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.