Schiacciata di uva fragola

image

La schiacciata di uva fragola… Un dolce povero, che rappresenta degnamente l’autunno con i suoi frutti.

Le origini di questo dolce risalgono alla civilta’ contadina da dove arrivano le tradizioni piu’ genuine fatte di sapori e di profumi che rispecchiano le stagioni.

L’uva fragola e’ una qualita’ che quasi non si coltiva piu’, e’ piu’ facile trovarla su qualche pergolato a garantire spazi di ombra durante le calde giornate estive.

Emanuela me ne ha portata una bella quantita’, la maggior parte l’ho utilizzata per farci la confettura, una parte l’ho conservata per preparare questa schiacciata.

Ho preparato l’impasto con la licoli, quindi ho impiegato un po di tempo per avere la pasta lievita.

Sono partita da 70 grammi di licoli, oppure 10 grammi di lievito di birra.
250 grammi di farina 0,
20 grammi di olio evo
70 grammi di zucchero,
un pizzico di sale,
125 ml di acqua tiepida.

Impastare gli ingredienti e far lievitare fino al raddoppio.
image


Lavare l’uva e sgranarla,
600 grammi di acini,
Tre cucchiai di zucchero,
Due cucchiai di olio piu’ il necessario per ungere la teglia.

Riprendere l’impasto, ungere la teglia e spianare due terzi della pasta, distribuire la meta’ dell’uva, spolverare con meta’ zucchero e un filo di olio.

Stendere il resto della pasta, uva, zucchero e olio.
image

Portare la temperatura del forno a 200 gradi e cuocere la schiacciata di uva fragola per 30/35 minuti; la pasta deve assumere un colore caramello.
image
Gustare tiepida e in buona compagnia.

Precedente Piccoli rollè di pollo e pancetta Successivo Riso e patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.