Sangria

image

Mi è capitato di leggere che si può definire sangria soltanto il preparato con un vino spagnolo o portoghese, altrimenti si definisce vino aromatizzato alla frutta.

La sangria, appunto, è una bevanda tradizionale dolce uappartenente alla tradizione spagnola.

Alcoolica e molto speziata, della ricetta tradizionale ne esistono tante varianti e a seconda del periodo, si può scegliere la frutta del momento, che si preferisce.

Gli ingredienti base sono,vino rosso, frutta e zucchero in quanto questa bevanda ha origini povere e contadine.

Il nome sangria, significa sangue e deriva dall’intenso colore rosso del vino.

Si può servire come aperitivo per una festa, o semplicemente da gustare in una giornata calda in compagnia di amici..

Per preparare la sangria ho utilizzato una bottiglia di porto quindi, di diritto, posso definirla tale.

Oltre a 750 ml di vino rosso, gli altri ingredienti sono:

un’arancia, un limone,

due pesche,

una mela,

tre fette di melone,

5 chiodi di garofano,

una stecca di cannella,

due cucchiai di zucchero,

un bicchierino di rhum,

un bicchiere di acqua molto gassata.

Cominciamo a preparare la frutta, laviamo la mela, le pesche, l’arancia e il limone; tagliamo a fette il limone e l’arancia, a cubetti la mela e le pesche senza sbucciarle.

Lasciamo un pezzo di mela più grande e appuntiamoci i chiodi di garofano.

image

Tagliamo a cubetti anche il melone e mettiamo il tutto in una bull insieme al vino.

Aggiungiamo lo zucchero, la cannella e il rhum; mescoliamo bene,copriamo con la pellicola e lasciamo macerare in frigo qualche ora.

image

Solo prima di servire versiamo l’acqua gassata, la sangria è pronta per essere gustata.

 

 

 

Precedente Pasticcini di pane, nutella e non solo Successivo Girelle di sfoglia e peperoni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.