Risotto con le ortiche

Avevo sentito parlare della bontà del risotto con le ortiche e non nego un certo scetticismo nel credere a questa affermazione.

image

Ho sempre rimandato la prova, in fondo poco convinta, potete capire la mia grande sorpresa nello scoprire che questa verdura infestante, urticante al punto da tenerla il più lontano possibile, potesse nascondere tale bontà; quindi quando mi è stato chiesto se volessi un po di ortiche, mi sono fatta coraggio e ho detto di si.

Eccomi quindi a cimentarmi nella preparazione del risotto con le ortiche, che poi è una delle tante ricette che si possono realizzare con questa verdura.

DSC_0980 (640x428)

Gli ingredienti che ho utilizzato per 4 persone, sono i seguenti:

350 gr di riso per risotti
150 gr di foglie di ortica verdi
100 ml di vino bianco
abbondante parmigiano grattugiato
brodo vegetale qb
1 cipolla
30  gr di burro per mantecare
tre cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale e pepe q. b.

Prima di tutto indossiamo i guanti per pulire le ortiche, sappiamo bene cosa succederebbe altrimenti.

Eliminiamo le foglie rovinate, i gambi duri e teniamo le foglie più belle e i germogli, sciacquiamo e lessiamo in poca acqua, per 4 minuti da quando l’acqua inizia a bollire.

Conserviamo l’acqua di cottura.

Prepariamo il brodo vegetale e manteniamolo bollente.

In una padella capiente facciamo dorare un trito di cipolla nell’olio.

Versiamo il riso e lasciamolo tostare finché non diventa lucido e trasparente; sfumiamo con il vino.

DSC_0982 (640x428)

Scoliamo le ortiche, tagliuzziamole e aggiungiamole al riso, copriamo con l’acqua di cottura e brodo, aggiungendone all’occorrenza.

DSC_0993 (640x428)

Facciamo cuocere il tempo necessario meno qualche minuto, regoliamo di sale, mantechiamo con il burro, spegniamo il fuoco, incorporiamo il parmigiano grattugiato e lasciamo riposare qualche minuto.

DSC_0995 (640x428)

Serviamo caldo con una spolverata di pepe e parmigiano.

image

Se provate la ricetta del risotto con le ortiche fatemi sapere.

 

 

 

 

Precedente Castagnole all'arancia Successivo Graffe napoletane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.