Risotto al radicchio e scamorza affumicata

Ancora un risotto di stagione, il risotto al radicchio e scamorza affumicata.

image

Adoro il radicchio, mi piacciono tutte le verdure, in genere, il radicchio però ha un fascino particolare per me, ho quasi l’impressione che a seconda del piatto che si sceglie di cucinare, si trasformi, si adegua alla portata e se non fosse per il colore che rilascia, inconfondibile, diventa tutt’uno con essa.

Pur essendo una verdura con un forte accento di amaro, a crudo, lo perde completamente con la cottura, qualunque essa sia.

Il risotto al radicchio e scamorza affumicata è tra i risotti che preferisco, benché come risaputo io amo il riso piuttosto che la pasta e anche in questo caso la cosa si ripete.

La preparazione del risotto al radicchio e scamorza affumicata non si discosta da quella di tutti i risotti: stessa base ma con cipolla di tropea, più delicata e digeribile, per il resto andate avanti con la lettura del post.

Andiamo agli ingredienti necessari per questa preparazione:

320 grammi di riso carnaroli,

un cespo di radicchio,

200 grammi di scamorza affumicata,

un litro circa di brodo vegetale.

parmigiano grattugiato a piacere,

una piccola cipolla di tropea,

tre cucchiai di olio extravergine di oliva, più due per mantecare,

sale e pepe q. b.

Prepariamo il brodo vegetale e teniamolo al caldo, deve rimanere bollente.

Laviamo il radicchio e riduciamolo a striscioline,

Prepariamo un trito di cipolla e mettiamo a scaldare con l’olio in una wok, aggiungiamo il radicchio e facciamolo stufare per 5 minuti, versiamo un mestolo di brodo bollente.

Versiamo il riso, il brodo fino a coprirlo e lasciamo cuocere il tempo necessario, indicato sulla confezione.

Cinque minuti prima di togliere dal fuoco il risotto tagliare a cubetti la scamorza affumicata e aggiungerla, regolare di sale, mantecare con due cucchiai di olio.

image

Spegnere, lasciare riposare per un paio di minuti, servire con una spolverata di parmigiano grattugiato e una macinata di pepe.

 

Precedente Treccia con cavolfiore salmone e galbanino Successivo Zeppole con doppia cottura

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.