Parigina

La parigina, una delle preparazioni lievitate più buona in assoluto.

image

 

Una via di mezzo tra una rustica, una focaccia e una pizza, ovvero, pizza rustica napoletana.

La parigina è una di quelle preparazioni che a napoli si trova in tutte le pizzerie, rosticcerie e anche per strada.

Il contrasto tra la morbidezza della base e la croccantezza della sfoglia in superficie rende la parigina unica e irresistibile

Ogni volta che la preparo è un successo, sparisce in attimo ed è la prima cosa che finisce.

Ho realizzato la base della parigina con il lievito madre con un impasto molto idratato, è risultato un prodotto finale, leggerissimo e digeribile.

Gli ingredienti utilizzati per una teglia 30:

300 grammi di pasta lievitata,

un rotolo di pasta sfoglia,

300 grammi di fiordilatte,

100 grammi di prosciutto cotto in una sola fetta,

pomodorini al naturale qb,

basilico a piacere,

sale,

latte per spennellare la superficie della parigina,

un giro di olio extravergine di oliva.

Accendere il forno e portarlo alla temperatura di 190 gradi.

Rivestire il fondo di una teglia antiaderente con la pasta lievitata.

Scolare bene i pomodorini e distribuirli sulla pasta, Versare un giro di olio, salare e distribuire le foglie di basilico.

image

Tagliare a cubetti il prosciutto cotto e il fiordilatte e distribuire anch’essi sui pomodorini.

image

Stendere la pasta sfoglia per la grandezza della teglia e coprire il tutto.

image

Spennellare la superficie con il latte.

Infornare e lasciare cuocere per 30 minuti circa, in base anche al proprio forno.

image

Sfornare e servire caldissima e filante.

image

 

 

 

Precedente Pici cozze e pecorino Successivo Torta al cioccolato mascarpone e pere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.