Panpepato

Un dolce tradizionale, che insieme al panettone regna sulla tavola agghindata per il pranzo delle feste di Natale.

image

Pur avendo origine nel centro Italia se ne trovano tantissime versioni in tutte le regioni; Ognuno lo prepara aggiungendo o escludendo ingredienti, a seconda del proprio gusto e della reperibilità degli stessi.

Per eccesso si trovano versioni diverse nello stesso comune, una per ogni famiglia; non ce n’e’ uno uguale all’altro.

Questa e’ la mia versione, per la quantità degli ingredienti utilizzati mi tocchera’ fare le proporzioni perche’ ne ho preparati 13, in quanto mi serviranno per mandare gli auguri ai miei amici sparsi per l’Italia.

Per due panpepati da 500 gr circa:

150 gr di nocciole,
150 gr di noci,
150 gr di mandorle,

200 gr di miele,
100 gr di farina,
50 gr di uvetta,
50 gr di canditi,
Un misto di cannella, chiodi di garofano, noce moscata e pepe, un cucchiaino raso onnicomprensivo.
50 gr di cioccolato fondente.

Tostare le nocciole, pelare le mandorle e mettere in ammollo l’uvetta in acqua per poi strizzarla.

In una pentola fare scaldare il miele, aggiungere con questo ordine a distanza di qualche minuto, le nocciole, le mandorle e le noci.

Far cuocere una decina di minuti rimestando per non fare attaccare, aggiungere, quindi tutti gli altri ingredienti, il cioccolato a pezzi che avrà modo di sciogliersi.

Far cuocere ancora per quindici minuti amalgamando tutto e girando continuamente per evitare che attacchi.

Spegnere il fuoco e passare allo step successivo.

image

A questo punto la parte peggiore: su una spianatoia rovesciare tutto l’impasto, con l’aiuto di una ciotola di acqua fredda dove bagnare le mani, impastare con la farina fino ad asciugare il miele in eccesso.

Formale la classica cupola e stringerla bene.

Lasciare riposare qualche ora e stringere ancora.

image
Li ho impastati la sera e cotti il mattino successivo.

Foderare con carta da forno una teglia , posizionare il/ i panpepato, e con il forno a 150 cuocere per un’ora.

Precedente Salmone affumicato in insalata Successivo Involtini di verza ripieni di purè

4 commenti su “Panpepato

  1. non è indicato precisamente come e quando deve essere aggiunto il cioccolato fondente o in che stato, deve essere messo fatto a pezzetti o intero? presumo insieme agli altri ingredienti cioè quando si mette l’uvetta, canditi e spezie…..

    • ritama il said:

      ciao Antonio, si come hai intuito, il cioccolato va messo dopo che la frutta secca si è cotta per 10 minuti, lo puoi mettere a tocchi tanto ha tutto il tempo per sciogliersi. a disposizione e fammi sapere cpme ti sono riusciti 🙂

  2. Luigia Lupi il said:

    Impastato ieri sera, cotto stamattina. Aspetto fantastico, profumo da acquolina, sapore…… ve lo dico dopo Natale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.